Da metà ottobre il “porta a porta” prende avvio a Soliera

0
72

Prenderà avvio lunedì 17 ottobre il servizio di raccolta domiciliare dei rifiuti a Soliera. Nella fase iniziale le aree interessate corrisponderanno ai centri urbani di Soliera e di Limidi; resteranno escluse le frazioni di Sozzigalli, Appalto e le case sparse nella campagna attorno all’area urbana. Complessivamente saranno coinvolte circa 4.774 famiglie (di cui 1918 utenze in condomini) e 750 attività (esercizi pubblici, negozi, attività artigianali, ecc), per un totale di oltre 11.000 abitanti (circa il 73% dell’intera popolazione del Comune).

Proprio in questi giorni gli abitanti delle zone interessate vengono contattati direttamente da operatori o incaricati di AIMAG, per venire informati al meglio sugli aspetti pratici del nuovo sistema di raccolta. L’operatore/incaricato chiederà un appuntamento e andrà personalmente, dotato di regolare documento di riconoscimento, ad illustrare le nuove modalità di conferimento dei rifiuti. Successivamente una squadra di operatori AIMAG consegnerà sacchetti e contenitori necessari a svolgere la raccolta. Gli attuali cassonetti grigi per la raccolta dei rifiuti indifferenziati e quelli marroni per l’organico saranno tolti dalle strade e quindi non saranno più utilizzabili. Per le altre categorie più diffuse di rifiuti (carta, vetro e lattine, plastica) la raccolta continuerà invece in modo tradizionale.

Il sindaco di Soliera Giuseppe Schena considera “doveroso e irrinunciabile l’obiettivo di raccogliere in modo differenziato i rifiuti urbani e di avviarne a recupero una maggiore quantità. Un obiettivo importante nell’immediato, che lo sarà ancora di più domani poiché consentirà di ridurre l’utilizzo di discariche e inceneritori”. “Confidiamo”, aggiunge il primo cittadino, “nel senso civico che in più di un’occasione ha contradistinto i solieresi”. Dal canto suo, l’assessore comunale all’Ambiente Caterina Bagni sottolinea come il “porta a porta” nella raccolta dei rifiuti rientri nel programma di interventi previsto dal “Patto dei Sindaci” sottoscritto dal Comune di Soliera, per promuovere una cultura virtuosa della sostenibilità energetica e ambientale.

Il Presidente di AIMAG Mirco Arletti aggiunge: “L’azienda e l’amministrazione comunale hanno condiviso e lavorato insieme su questo progetto, mettendo in campo tutte le possibili azioni per coinvolgere i cittadini, che saranno i veri protagonisti di questa piccola rivoluzione nella gestione dei rifiuti in ambito domestico. Come le esperienze di altre città insegnano, il cambio di abitudini che inizialmente i cittadini devono effettivamente affrontare è comunque uno sforzo contenuto, alla portata di tutti, a fronte soprattutto dei notevoli benefici ambientali collettivi. I due principali obiettivi che si ottengono infatti nelle zone servite con porta a porta sono l’aumento della raccolta differenziata ma anche una riduzione notevole dei rifiuti non recuperabili in favore dei materiali differenziati che così possono essere avviati a recupero”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here