La polemica ora si sposta in via IV Novembre

0
99

Se qualcuno pensava che all’incontro tra i residenti di viale Focherini e gli assessori Tosi e D’Addese sul nuovo progetto della ciclabile Due Ponti-centro, tutto filasse liscio come l’olio, si sbagliava di grosso. Sì, è vero, l’obiettivo principale è stato raggiunto: i 42 bellissimi bagolari sono salvi e rimarranno ancora per molto tempo ad ombreggiare lo storico viale carpigiano.
E per questo i residenti hanno espresso soddisfazione, dopo aver a lungo battagliato (si era anche formato un comitato): gli assessori hanno inoltre promesso che entro il 2011 verrà ristrutturato il marciapiede del lato sud, uno dei motivi che avevano portato alla contestata decisione di abbattere gli alberi. Quindi le piante sono salve, e la pista si farà comunque, proprio come aveva chiesto sin dall’inizio la consulta ambiente del Comune presieduta da Mario Poltronieri. Non può essere dimenticato il percorso travagliato di quest’opera, al centro di furenti polemiche partitiche e non, soprattutto a riguardo della mancata partecipazione che la giunta (nonostante i proclami) gli ha riservato. Ciò ha creato malumori persino all’interno della stessa maggioranza. Ora si cerca di riguadagnare il terreno perduto con un nuovo progetto, dove però alcuni problemi restano e sono legati soprattutto alla nuova configurazione della viabilità: la strada diventerà a senso unico in direzione centro, la pista ciclabile correrà sul lato sud mentre su quello nord è prevista una fila di parcheggi. Questo nuovo aspetto ha però comportato la modifica dei percorsi dell’Arianna, il servizio Atcm di trasporto pubblico: i bus non percorreranno più viale Focherini ma attraverseranno la parallela via IV novembre. Una via quest’ultima lasciata a doppio senso di marcia, con due file di auto parcheggiate ai lati: salta subito all’occhio la possibilità che si creino congestioni del traffico. E’ su questo che hanno puntato i residenti di via Focherini durante l’incontro della scorsa settimana con gli amministratori: “Si verificheranno sicuramente disagi – profetizza un cittadino che abita lungo il viale alberato -: bastava disporre via IV novembre e l’altra parallella via Verdi a senso unico alternato a quello di via Focherini, vale a dire in direzione ferrovia”. Insomma il progetto dovrà essere rivisto, per l’ennesima volta. La questione però induce a un’altra rilfessione. All’epoca (recente) dei lavori di riqualificazione dei due assi portanti del centro storico, i corsi Fanti e Cabassi, il tragitto degli autobus fu deviato in viale De Amicis, che fu resa a doppio senso di marcia (di cui uno in teoria dedicato solo ai mezzi di trasporto pubblici) pur mantenendo la fila di parcheggi e nonostante le dimensioni della carreggiata non fossero sufficienti per poter disegnare una corsia preferenziale. I disagi che ciò provocò sono ormai affidati alla storia, ma il dibattito sul tema è stato caldo. Non abbiamo preso il righello, lo confessiamo. Ma considerando che viale Focherini diventerà a senso unico, la corsia sarà grande come tutta la carreggiata disponibile alle autovetture: siamo proprio sicuri che sia meglio fare passare i bus nella vicina (e stretta, e a doppio senso di marcia, e con due file di parcheggi) via IV novembre?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here