Via Fornaciari, “i due panettoni aumentano la sicurezza dei pedoni, non toglieteli”

In via Fornaciari si annuncia battaglia. Dopo una segnalazione giunta all’Ufficio Mobilità, il Comune ha stabilito, tramite un’ordinanza, di eliminare i due panettoni gialli di cemento posizionati da anni all’imbocco della via all’incrocio con viale Manzoni poichè “ripetutamente spostati”. La ratio dell’ordinanza sarebbe dunque quella di “garantire sicurezza a chi transita sulla ciclabile e a chi svolta nella via”. Ma è davvero così?

0
867

In via Fornaciari si annuncia battaglia. Dopo una segnalazione giunta all’Ufficio Mobilità, il Comune ha stabilito, tramite un’ordinanza, di eliminare i due panettoni gialli di cemento posizionati da anni all’imbocco della via all’incrocio con viale Manzoni poichè “ripetutamente spostati e volutamente lasciati all’interno della carreggiata di via Fornaciari o sulla pista ciclabile di via Manzoni, creando situazioni di oggettivo pericolo”. La ratio dell’ordinanza sarebbe dunque quella di “garantire sicurezza a chi transita sulla ciclabile e a chi svolta nella via”. Ma è davvero così?

“Via Fornaciari è una strada stretta e a senso unico. Da alcuni mesi – spiega un residente – i due dissuasori sono stati spostati in modo da restringere lo spazio disponibile per il passaggio delle automobili in ingresso. È stata un’ottima iniziativa, poiché grazie a tale accorgimento i veicoli imboccano la via a una velocità adeguata, mentre prima procedevano a velocità folli e più di una volta ho rischiato di essere investito. A rendere il tratto ancor più pericoloso contribuiscono poi la presenza di un marciapiede, peraltro strettissimo, su un solo lato della carreggiata e la vegetazione delle case, così come le auto parcheggiate sulla banchina nord di via Manzoni, che oscurano completamente la visibilità reciproca tra gli automobilisti che svoltano in via Fornaciari e i pedoni che camminano in direzione opposta”.

Via Fornaciari è una Zona 30 e grazie al nuovo posizionamento dei due panettoni i pedoni si sentono finalmente tutelati: “oltre a rallentare i veicoli in ingresso, la nuova posizione dei dissuasori consente ai pedoni che da via Fornaciari sono diretti su via Manzoni in direzione ovest di avere uno spazio riparato in cui camminare, dato che in quel punto è completamente assente il marciapiede. Ero convinto – prosegue il residente – che fossero stati i tecnici del Comune a spostarli per diminuire la pericolosità dell’incrocio e invece non solo l’iniziativa è stata di un privato cittadino ma ora l’Ufficio viabilità vuole vanificarne l’efficacia riportando la situazione a una condizione di comprovato pericolo”.

L’appello che questi residenti rivolgono al Comune è dunque quello di riesaminare la questione, magari facendo alcuni sopralluoghi, e annullare l’ordinanza.

Jessica Bianchi