Test di Protezione civile, montati dormitorio, cucina e un ponte radio

L’esercitazione è servita a testare una delle aree di accoglienza”della popolazione, individuate in caso di emergenze: quella di viale dell’Industria (Palestra della Solidarietà, recentemente arricchita di nuove dotazioni ed elevata a centro di Prima Assistenza). Durante l’esercitazione, si è anche alzato in volo un aereo ultraleggero per verificare l'effettivo funzionamento del ponte radio da campo.

0
309

Il Gruppo carpigiano della Protezione civile ha effettuato nello scorso fine-settimana un’esercitazione insieme ad altre quattro associazioni di volontariato, incentrata sull’allestimento di campi-base: precisamente Attività di logistica d’emergenza e informazione alla popolazione. Sono state montate una tensostruttura, quattro tende a uso dormitorio, una cucina da campo (prestata per l’occasione dalla Protezione Civile dell’Unione Terre dei Castelli, in attesa di acquistarne una propria), quattro container adibiti a servizi igienici, oltre a gazebo per segreteria, punto radio e punto di prima accoglienza, nonché torri faro e generatori elettrici per l’autonomia energetica del campo stesso.

L’esercitazione è servita a testare una delle “aree di accoglienza” della popolazione, individuate in caso di emergenze: quella di viale dell’Industria (“Palestra della Solidarietà”, recentemente arricchita di nuove dotazioni ed elevata a “centro di Prima Assistenza”. Durante l’esercitazione, si è anche alzato in volo un aereo ultraleggero per verificare l’effettivo funzionamento del ponte radio da campo. Con i volontari del Gruppo Comunale di Protezione Civile (Gcvpc) hanno lavorato quelli di Agesci (Guide e Scout cattolici), Ari (Associazione Radioamatori), Croce Rossa, e Ulm (Associazione Sportiva Volo Ultraleggero), per la prima volta tutte sotto un’unica direzione (dello stesso Gcvpc). Complessivamente, circa settanta persone.