Bellacoopia 2024, l’Itis Da Vinci ancora sul podio

Si è aggiudicata il premio di mille euro per l’innovazione tecnologica la 4AE dell’Itis Leonardo Da Vinci (Carpi) con Emergreen, un sistema integrato elettronico e informatico che gestisce le priorità dei semafori per rendere più veloce ed efficiente, grazie a un’onda verde, l’intervento di mezzi di soccorso.

0
1091

Una finale spumeggiante ha concluso, martedì 21 maggio alla Tenda di Modena, la diciassettesima edizione di Bellacoopia, il concorso per le scuole di Modena e Ferrara promosso da Legacoop Estense: 5 classi di 4 istituti superiori di Modena e Ferrara si sono sfidate per aggiudicarsi il BC Factor, il premio per la miglior rappresentazione scenica assegnato da una giuria speciale riunita appositamente per la finale. A questo si sono aggiunti i tre premi principali di categoria, del valore di 1.000 euro ciascuno: innovazione tecnologica, creatività e cultura digitale, sostenibilità ambientale sono infatti gli ambiti su cui una giuria di esperti ha valutato le start up cooperative progettate in classe, durante un percorso formativo che ha accompagnato tutto l’anno scolastico. I giovani aspiranti imprenditori cooperativi sono giunti da più parti: Modena con il Fermo Corni, Carpi con il Leonardo da Vinci, Ferrara con il Liceo Carducci. Purtroppo assente il Primo Levi di Vignola, a causa delle intense precipitazioni che hanno colpito il territorio nella giornata di ieri.

“Bellacoopia si conferma anche quest’anno come un progetto capace di avvicinare tanti giovani alla conoscenza del modello di impresa cooperativa, grazie a un percorso formativo sfidante e coinvolgente”, ha dichiarato Catia Toffanello di Legacoop Estense, responsabile del progetto Bellacoopia. “Pensiamo che sia importante, fin dal momento della formazione scolastica, avvicinare gli studenti al mondo dell’impresa e aiutarli a mettere alla prova il proprio spirito imprenditoriale, la propria capacità di fare squadra e sviluppare idee nuove e stimolanti. Pensiamo che conoscere più da vicino le specificità dell’impresa cooperativa sia un tassello importante per chi si affaccerà al mondo del lavoro, qualunque sia il proprio futuro professionale”.

Venendo ai progetti vincitori, si è aggiudicata il premio di mille euro per l’innovazione tecnologica la 4AE dell’Itis Leonardo Da Vinci (Carpi) con Emergreen, un sistema integrato elettronico e informatico che gestisce le priorità dei semafori per rendere più veloce ed efficiente, grazie a un’onda verde, l’intervento di mezzi di soccorso. È invece stata ideata dalla 4AET dell’Istituto Fermo Corni la start up più sostenibile: il progetto Solar-Boost produce un sistema refrigerante ad acqua a ciclo chiuso per pannelli fotovoltaici, che migliora il rendimento energetico dei pannelli stessi e permette di ridurre sensibilmente lo spreco di acqua. Infine, il premio creatività e cultura digitale è andato alla 4A del Liceo Carducci di Ferrara, che ha presentato il progetto EcoChic Wear: una startup che produce linee di abbigliamento invernale utilizzando materiali ecologici, tra cui la canapa biologica e la cera d’api come tessuto impermeabilizzante. Un premio, quello al Carducci, cui si somma la vittoria alla Instagram Challenge, per la migliore gestione social.

In ultimo, il premio BC Factor: dopo oltre 60’ di sfida sul palco, i giudici hanno premiato per la migliore presentazione scenica la 4AET dell’Istituto Fermo Corni, che grazie al progetto Solar-Boost si è quindi aggiudicata due premi.

Una mattinata all’insegna della partecipazione e della creatività, con l’immancabile conduzione de La Strana Coppia di Radio Bruno, anch’essa media partner di Bellacoopia insieme a TRC, Resto del Carlino e Gazzetta di Modena.