Un grande grazie a tutti i donatori di ieri, di oggi e di domani

Si è svolta questa mattina, domenica 12 novembre, di fronte a un Auditorium San Rocco gremito, la Festa del donatore. “Sono stati ben 576 i donatori premiati alla presenza delle autorità cittadine. Di questi - spiega la presidente di Avis Carpi, Arianna Soragni - 204 hanno ricevuto il Diploma di benemerenza, ovvero coloro che si sono uniti alla nostra grande famiglia da tre anni o che hanno alle spalle già otto donazioni. Un numero che ci fa ben sperare per il futuro”.

0
1416
I consiglieri di Avis e alcune istituzioni

Si è svolta questa mattina, domenica 12 novembre, di fronte a un Auditorium San Rocco gremito, la Festa del donatore. “Sono stati ben 576 i donatori premiati alla presenza delle autorità cittadine. Di questi – spiega la presidente di Avis CarpiArianna Soragni – 204 hanno ricevuto il Diploma di benemerenza, ovvero coloro che si sono uniti alla nostra grande famiglia da tre anni o che hanno alle spalle già otto donazioni. Un numero che ci fa ben sperare per il futuro”. Quest’anno, prosegue Soragni, “abbiamo raggiunto il nostro 70esimo anno di vita: siamo la più longeva associazione carpigiana a dimostrazione dell’impegno che nel corso del tempo in tanti hanno profuso per farla crescere e rafforzarla”. Oggi Avis conta quasi 3mila iscritti e al 31 ottobre abbiamo effettuato più di 5mila donazioni: “di questo passo entro la fine del 2023 potremo raggiungere le 6.250 donazioni come nel 2022 e a questo ritmo potremo far fronte a tutte le emergenze sanitarie”. Al 31 ottobre sono inoltre state fatte 2.610 donazioni di plasma, 250 in più rispetto all’anno precedente, anche grazie a una grande scampagna di informazione su tale tipologia di donazione, “fondamentale – aggiunge Soragni – dal momento che il plasma viene impiegato per produrre farmaci salva vita e dal momento che l’Italia su questo versante, a differenza del sangue, non è autosufficiente, e non riesce più a reperirlo dall’estero, i donatori carpigiani hanno risposto all’appello di Avis Nazionale dimostrando per l’ennesima volta la propria generosità e il proprio attaccamento all’associazione”. Un grande grazie dunque a tutti i donatori di ieri, di oggi e di domani.

J.B.