La Compagnia Balsamica di Soliera dona 2.500 euro al Comune alluvionato di Casola Valsenio

I proventi delle attività svolte durante la Fiera e il Profumo del Mosto Cotto.

0
314

La Compagnia Balsamica di Soliera ha donato 2.500 euro a Casola Valsenio, piccolo Comune che si trova sulle prime colline dell’Appennino imolese, in provincia di Ravenna, e che a metà del maggio scorso ha subito pesantemente gli effetti dell’alluvione. Casola Valsenio è stata infatti interessata da innumerevoli frane che hanno comportato decine di chilometri di strada interrotte, aziende agricole e aree boschive devastate, l’isolamento temporaneo di più di un centinaio di persone senza luce, acqua o gas. Il sindaco di Soliera Roberto Solomita era andato di persona a sincerarsi della drammatica situazione in cui versava del paese. 

Ora la Compagnia Balsamica di Soliera, associazione culturale che promuove le eccellenze gastronomiche del territorio, in primis l’aceto balsamico tradizionale di Modena dop, ma anche parmigiano, nocino, il tortellone balsamico, ha voluto consegnare 2.500 euro raccolte nel corso delle attività nelle due principali feste popolari di Soliera: la Fiera di San Giovanni nella seconda metà di giugno e Il Profumo del Mosto Cotto la terza domenica di ottobre. 

Il sindaco Roberto Solomita ha ringraziato i volontari della Compagnia balsamica “per la generosità e l’immagine che diamo della nostra Soliera. E grazie ancora per la splendida riuscita del Mosto Cotto e della Fiera, di cui siete colonna portante”.