Torna la rassegna Foodamentale, tra cibo e cinema

Ritorna la terza edizione della rassegna organizzata dall’associazione Amici del Fegato in collaborazione con Manga Beats e la Farmacia della Speranza, Foodamentale: tre le proposte cinematografiche legate al tema della nutrizione e sostenibilità. Si parte sabato 14 ottobre, alle 19,30, con un Buffet biologico e biodinamico a cui seguirà la proiezione del film The Whale, del regista Darren Aronofsky. Al termine dibattito con le dottoresse Cecilia Valenti e Valentina Zardo.

0
822

Ritorna la rassegna organizzata dall’associazione Amici del Fegato in collaborazione con Manga Beats e la Farmacia della Speranza, Foodamentale: tre le proposte cinematografiche legate al tema della nutrizione e sostenibilità.
Le serate saranno accompagnate dai commenti di vari esperti – medici, dietisti e psicologi – che illustreranno come la produzione e il consumo di cibo impattano su di noi e sull’ambiente. Non è più possibile ignorare le ricadute che l’industria della nutrizione ha sulla vita di ognuno di noi, a partire dall’allevamento degli animali e dalle colture intensive, fino a ciò che ogni giorno arriva sulla nostra tavola. L’interesse che il mondo dell’intrattenimento, sopratutto televisivo, ha manifestato negli ultimi tempi intorno al mondo della cucina e del food, ha trasformato il cibo da semplice nutrimento a vero e proprio status symbol, facendoci a volte dimenticare che ciò di cui il nostro corpo si nutre influisce notevolmente sul nostro stato di salute. La novità dell’edizione 2023 è che accanto ai documentari, è stata introdotta per la prima volta una forma narrativa più tradizionale, ovvero un film di finzione che affronta l’attuale tema dei disordini alimentari. “Una scelta, la nostra, che va nella direzione di un maggior coinvolgimento empatico del pubblico che dalle vicende dei protagonisti ricava motivi per immedesimarsi nei vari personaggi e condividere così, almeno in parte, il disagio e la sofferenza”, spiega il presidente dell’associazione Amici del fegato, Adamo Neri.

Tre gli appuntamenti che si terranno tutti presso l’Auditorium della Biblioteca Loria: si parte sabato 14 ottobre, alle 19,30, con un Buffet biologico e biodinamico a cui seguirà la proiezione del film The Whale, del regista Darren Aronofsky. Al termine  dibattito con le dottoresse Cecilia Valenti e Valentina Zardo.

Sabato 21 ottobre, alle 20, spazio al documentario I nostri figli ci accuseranno di Jean-Paul Jaud a ci seguirà il dibattito coi medici Marco Pignatti, Laura Lodi e Mauro Manno.

La rassegna si chiuderà sabato 28 ottobre, alle 20, quando verrà proiettato il documentario di Cyril Dion e Mélanie Laurent, Domani dopodiché spazio al dibattito con la dottoressa Serena Cavallini e Chiara Bracali del Micropanificio Mollica.