La Chiesa di Carpi celebra la Madonna Assunta

Martedì 15 agosto, alle 8, in Cattedrale, Santa Messa e processione presiedute dal vescovo Erio Castellucci.

0
707
Processione dello scorso anno

La Chiesa di Carpi si appresta a celebrare la festa dell’Assunzione della Beata Vergine Maria. E’ questa la più antica e solenne espressione di pietà e di affetto con cui i carpigiani onorano da oltre cinque secoli la loro celeste Protettrice. Martedì 15 agosto, alle ore 8, in Cattedrale, il vescovo Erio Castellucci presiederà la Santa Messa. Seguirà la processione con la venerata immagine della Madonna Assunta (Corso Fanti, Via C. Menotti, Via P. Guaitoli, Via A. Costa, Via Berengario, Via Trento Trieste, Via San Francesco, Corso Roma, Corso A. Pio e Piazza Martiri). Al termine della processione, alle ore 10.45, sempre in Cattedrale, Santa Messa presieduta dal vicario generale monsignor Ermenegildo Manicardi. Le Messe festive del 15 agosto in Cattedrale saranno, dunque, celebrate alle ore 8, 10.45, 12 e 18. Lunedì 14 agosto, alle ore 21, in Cattedrale, Veglia di Preghiera. La Novena in preparazione alla solennità dell’Assunta da lunedì 7 agosto, sempre in Cattedrale, si terrà durante le messe feriali delle 9 e 18.30 (ore 18 il sabato e la domenica).

Oltre cinque secoli di affidamento a Maria

Fra le donazioni di Alberto III Pio, signore di Carpi, volte a dare impulso al cantiere della Collegiata e a fornire la nuova chiesa di una dotazione di arredi, vi fu la statua lignea della Madonna Assunta, commissionata verso il 1515 all’artista carpigiano Gasparo Cibelli, che allora era impegnato a Parigi e che lì realizzò la sacra immagine. Quest’ultima, come si legge nella Cronaca di Gaspare Pozzuoli (1624), giunse poi a Carpi trasportata all’interno di una grande cesta di legno. Sempre Alberto Pio dispose infine da Roma, nell’agosto 1516, una solenne processione per presentare al popolo la statua della titolare della collegiata. Un rito che si è susseguito da allora fino ad oggi.