I Celti rivivono ai laghetti di Campogalliano

I Laghi Curiel diventano, per tre giorni, il Nemeton, letteralmente il luogo centrale per i celti. Più precisamente nei giorni 28, 29 e 30 luglio si avrà, per la prima volta, l’occasione di vedere un festival di musica e cultura celtica a Campogalliano a ingresso gratuito.

0
3501

I Laghi Curiel diventano, per tre giorni, il Nemeton, letteralmente il luogo centrale per i celti. Più precisamente nei giorni 28, 29 e 30 luglio si avrà, per la prima volta, l’occasione di vedere un festival di musica e cultura celtica a Campogalliano a ingresso gratuito. Ci si potrà immergere nella cultura celtica in una dimensione tra passato e presente con concerti, usi e tradizioni del campo storico, giochi di ruolo, laboratori, attività per i bambini, cucina storica, osterie e le birre dei Boi. Un evento che ci porta agli albori di Campogalliano, in origine il Campus Gallorum, attorno al 400 a.C. quando le tribù dei Celti e dei Galli Boi si attestano in quest’area. I laghi Curiel, con la loro bellezza naturalistica, sono lo scenario perfetto per rivivere la connessione con la natura cosi importante per queste antiche popolazioni. Alle 18 di venerdì 28 luglio ci sarà l’apertura dell’area gastronomica, a seguire le esibizioni musicali porteranno suoni ancestrali, melodie perse nel tempo; i primi ad esibirsi, alle ore 22, saranno gli Emian, che si sono esibiti nelle capitali più importanti d’Europa. Seguono gli Adgarios, gruppo che presenta un progetto musicale d’ispirazione folk metal che narra il  rapporto dell’uomo con la natura, a contatto con la sua parte primitiva e originaria.  Chiudono la serata i Trick or Treat, quintetto di Modena dall’esperienza internazionale, con la voce di Alessandro Conti, affermato vocalist nel genere. In tutte le giornate del festival sarà proposta un’importante offerta gastronomica, a pranzo e a cena, con un menù tra storia e tradizione; grazie alla presenza di diversi stand e truck food gourmet, specializzati in piatti di ricerca storica e cibi tradizionali sia a base di carne che proposte vegetariane. Non mancheranno le bevande storiche, come le birre Le boi, con diverse proposte a cura della Brasseria della palude, un birrificio che si è dedicato alla riscoperta delle tradizioni, idromele, ippocrasso (vino speziato e addolcito da miele). Sabato 29 e domenica 30 luglio, l’apertura di tutte le attività è prevista al mattino dalle 10.

Sarà visitabile anche il mercatino con circa 40 stand di artigiani, con prodotti unici e particolari fatti a mano, ispirati al mondo celtico, dai corni in osso, alle armi in metallo, dalle rune a monili in rame. Invece il Campostorico riporterà al III sec a.C,; saranno allestite le tende dei rievocatori dove sarà possibile conoscere meglio alcuni aspetti di questo affascinante mondo antico, come scoprire e assaggiare il pane dell’epoca, cotto in una riproduzione di forno in terra cruda, oppure incontrare tessitori e guerrieri. Saranno presenti diversi gruppi storici tra cui l’associazione Sippe Ulfson che rappresenta la vita dell’antico popolo dei Volci Tectosagi del III secolo a.C., con attività didattiche, e ancora igiene e cura del corpo nell’età del Ferro, i giochi del tempo, una piccola   mostra di armi e armature dei Celti e la possibilità di sperimentare prove di abilità, condotte dall’Associazione ALCA degli ORSI di Correggio. Sabato 29 luglio alle 22 si esibiranno i Cisalpiper con i loro strumenti tradizionali, pipe e cornamuse, a  seguire i Tork pronti a far saltare e ballare tutto il pubblico, tra melodie incalzanti, di derivazione nordica, irlandese e ballate folk. A seguire i suoni dei Duir con il loro folk metal from Verona e, a chiudere, i ritmi intensi del gruppo bergamasco degli Ulvedharr. L’evento è pensato anche per i bambini, con il laboratorio Mondi celtici in carta, che permetterà di costruire il proprio personaggio celtico, un animale mitologico, un viaggio creativo nel quale, si utilizzano carta e cartone strato su strato, forbici e colla. Il laboratorio, condotto dal paper artist Davide Angella, è adatto a tutti, dai 3 anni in su, e non richiede necessariamente la presenza dei genitori. Questo laboratorio si svolge in tutte le 3 giornate dalle 18 alle 22.30 e domenica anche dalle 10-12. Un altro momento di magia ludica si terrà domenica 30 luglio, dalle ore 18.30 alle 20, con lo spettacolo laboratorio aperto a tutti i bimbi Magiche bolle con Antonietta Amoroso. Centrali in tutto il programma saranno i giochi di ruolo e da tavolo, come occasione di apprendimento della cultura del passato. La sezione giochi è curata dall’associazione Uno Critico e Centum Oculi; verranno allestiti tavoli aperti a tutte le età tra realtà storica e narrativa. Spazio anche ai giochi d’intelligenza, tra geometria e matematica, con il professore Piero Costantini.

Anche domenica 30 sarà ricca di musica tra folklore e storia, dalle 21.30, con i Barad Guldur, che fanno rivivere leggende antiche con strumenti elettrici moderni. Chiudono l’evento i Ragnarok, duo con un repertorio di canti in lingue originali scandinave; l’islandese, il norvegese moderno e il norreno antico si mescolano per creare un’atmosfera epica, che culmina nella recitazione musicata dell’Edda poetica, la fonte principale della mitologia nordica.

INFO UTILI

L’evento sarà svolto nel primo lago di destra, si consiglia di seguire la posizione visibile

anche su google maps come Nemeton celtic fest.

Da segnalare che i parcheggi circostanti ai Laghi Curiel sono liberi.

Vanno rispettate le regole indicate; non sarà consentito introdurre nell’area dell’evento, bottiglie in vetro, cibi o bevande diverse da acqua, in tutti i laghi non è consentita l’accensione autonoma di fuochi/ griglie e barbecue, sono vietate la pesca e la balneazione. 

L’accesso è consentito con tutti gli animali.

Il promotore dell’evento è l’agenzia Magic Market, attiva da 10 anni in questo campo, sempre attenta nel creare contesti esperienziali, in collaborazione con Alchimista. 

L’evento si svolge con il patrocinio del Comune di Campogalliano.

ORARI EVENTO

venerdì 28 luglio, dalle ore 18 fino a notte

sabato 29 luglio, dalle ore 11 fino a notte

domenica 30 luglio, dalle ore 10 alle ore 24.00