Amministrative 2024, “riuniremo le forze progressiste per essere pronti alla sfida”

“Costruire una coalizione su scala provinciale, ampia e senza pregiudiziali, con un arco di forze politiche che comprenda Italia Viva e Movimento 5 Stelle, oltre a esperienze civiche moderate, ambientaliste e di sinistra, e altri mondi della rappresentanza economica e sociale, dando seguito ai primi, promettenti confronti già avvenuti”. Sono le parole del Segretario della Federazione modenese del Partito Democratico, Roberto Solomita, e contenuta in un documento approvato all’unanimità, ieri sera, dalla Direzione provinciale del partito.

0
634
Roberto Solomita

“Costruire una coalizione su scala provinciale, ampia e senza pregiudiziali, con un arco di forze politiche che comprenda Italia Viva e Movimento 5 Stelle, oltre a esperienze civiche moderate, ambientaliste e di sinistra, e altri mondi della rappresentanza economica e sociale, dando seguito ai primi, promettenti confronti già avvenuti”: questo il cuore della strategia del Segretario della Federazione modenese del Partito Democratico, Roberto Solomita, e contenuta in un documento approvato all’unanimità, ieri sera, dalla Direzione provinciale del partito.

Con questo atto politico prende ufficialmente il via il percorso che porterà la coalizione di centrosinistra alle elezioni amministrative della primavera 2024. Un appuntamento particolarmente importante, considerando che in provincia saranno ben 33 su 47 i Comuni al voto, tra cui i 5 più popolosi, come Carpi.

Alleanze, quelle che il Pd cercherà nei prossimi mesi, che non siano strumentali soltanto per vincere, ma anche e soprattutto: “per stabilire le cose da fare e le priorità,  caratterizzando la nostra idea di governo del territorio. A partire dal rilancio dei temi cruciali riguardanti il nostro modello di qualità della vita: opportunità di lavoro e distribuzione equa del benessere, sicurezze e protezione come temi ‘di sinistra’, servizi universali e di qualità, a partire dalla sanità, uno sviluppo che sia davvero sostenibile”.

Il Segretario non si è poi sottratto a un passaggio sul tema della scelta dei candidati: “occorre ricercare figure che abbiano capacità, dinamismo e consenso come caratteri distintivi. Se utile, anche attraverso lo strumento delle primarie aperte di coalizione”.

Nel corso della Direzione è stato approvato anche il Bilancio 2022 ed è stata rafforzata la Segreteria provinciale, con l’ingresso di tre nuovi membri, Angelo Bruno, in sostituzione di Leonardo Pastore, con delega alla Comunicazione, Andrea Bosi con delega alla Legalità e Mariella Lioia che si occuperà del progetto Nuovi Democratici.

L’appuntamento che darà il via alla campagna per le Amministrative del Partito Democratico sarà quello con la Festa de l’Unità provinciale di Modena, che si svolgerà dal 25 agosto al 18 settembre nell’area dell’Ippodromo di via Argiolas col titolo Un’idea di città. Una città delle idee.