CRI, Rotary e famiglia Degli Innocenti donano tre defibrillatori alla città

Saranno collocati in luoghi di passaggio di pubblico, e precisamente sotto il portico di piazza dei Martiri lato via Berengario (nel vano bancomat), in piazza Garibaldi n. 18 e a Cortile (di fronte al dispensario farmaceutico).

0
652

Tre nuovi defibrillatori da aggiungere alla rete territoriale di apparecchi salvavita: l’ultimo dispositivi è stato consegnato oggi in Municipio, alla firma di un protocollo d’intesa – fra Comune, Ausl, CRI e associazione Gli Amici del Cuore di Modena – per gestirla. I defibrillatori, che si sommeranno ai nove già presenti in città, sono stati donati dal Comitato di Carpi della Cri, dal Rotary Club locale e dalla famiglia di Eros Degli Innocenti (gestori di giostre): saranno collocati in luoghi di passaggio di pubblico, e precisamente sotto il portico di piazza dei Martiri lato via Berengario (nel vano bancomat), in piazza Garibaldi n. 18 e a Cortile (di fronte al dispensario farmaceutico).

In rappresentanza dei rispettivi Enti e gruppi, la convenzione per realizzare una rete di apparecchiature salvavita per l’emergenza da arresto cardiocircolatorio sul territorio di Carpi è stata firmata dal sindaco Alberto Bellelli, Stefania Ascari, direttore del Distretto di Carpi dell’Ausl, Fabrizio Fantini presidente della CRI di Carpi e Marilena Campisi de Gli Amici del cuore.

Si amplia la copertura del territorio facilitando la tempestività dell’intervento, spesso decisiva per il suo esito. Ogni strumento – ha commentato l’assessore alla Sanità Tamara Calzolari – verrà inserito nella mappatura regionale che con l’app DAE RespondER consente di individuare il defibrillatore a uso pubblico più vicino alla propria posizione”.