A Campogalliano al via i lavori per il nuovo campo in sintetico

Salto di qualità per il centro sportivo Bolelli: più possibilità per i giovani del paese e opportunità per ospitare squadre di serie maggiori. Intervento dalle forti caratteristiche ambientali

0
1013

Importanti novità sono in arrivo per lo stadio comunale di Campogalliano: presso il centro sportivo “Lauro Bolelli” sono iniziati i lavori per la realizzazione del nuovo campo da calcio in manto sintetico che rappresenterà un’importante riqualificazione dell’impianto sportivo di viale Enrico Mattei. Il progetto ha un costo complessivo di 570.000 euro, dei quali  300.000 finanziati dalla Regione Emilia-Romagna con Fondi FSC e 270.000  da risorse del Comune.

“Grazie al finanziamento regionale, ma anche al nostro significativo contributo, potremo garantire l’attività continuativa del settore calcio giovanile, consentendo ai nostri ragazzi di fare sport anche nei mesi invernali – spiega la sindaca Paola Guerzoni, che ha anche la delega allo sport – fornendo allo stesso tempo Campogalliano di un impianto qualificato all’altezza di ospitare squadre di primo livello”.

L’intervento ha la finalità di migliorare le prestazioni sportive dell’impianto e la fruibilità del centro sportivo, sia nel periodo invernale che in quello estivo. In inverno si assicurerà la continuità dell’attività sportiva agonistica e soprattutto la programmazione agevole di allenamenti e partite, mentre nel periodo estivo, le nuove superfici di gioco permetteranno di effettuare gli interventi di rigenerazione del tappeto erboso nel periodo più idoneo, senza rallentare la pratica sportiva. La superficie verrà realizzata in ottemperanza alle normative vigenti e al regolamento della Lega Nazionale Dilettanti, al fine di ottenere l’omologazione per ospitare le gare ufficiali fino alla categoria Eccellenza, oltre che del settore giovanile e scolastico. La nuova superficie artificiale non risentirà delle condizioni meteorologiche e potrà essere utilizzata 365 giorni all’anno; data l’alta resistenza, il fondo in erba sintetica si presta perfettamente a diversi usi, come concerti, feste, manifestazioni e, ovviamente, gare di diverse discipline. Inoltre un campo sintetico consentirà di ospitare gli allenamenti di squadre di serie maggiori di calcio che pernottano presso le strutture alberghiere di Campogalliano, che ad oggi sono costrette ad andare a Modena o Carpi per tenere le sedute di defaticamento pre-gara.

“L’intero intervento è realizzato con un’attenzione particolare all’ambiente – spiega l’assessore ai lavori pubblici Filippo Petacchi – la revisione degli impianti va nella direzione di un efficientamento energetico che consenta di ridurre l’attuale impatto ecologico pro-capite degli utenti che praticano sport, tenendo conto sia delle emissioni dirette, prodotte durante la pratica della disciplina, legate all’illuminazione e il riscaldamento degli ambienti, sia di quelle indirette, generate durante la manutenzione degli impianti, come l’uso di acqua per l’irrigazione o dei combustibili fossili per lo sfalcio dell’erba. Inoltre è previsto l’impiego di granuli di gomma elastomerica nobilitata di colore verde, frutto di un primo riciclo. Questo materiale a fine vita può essere sostituito e recuperato, in quanto consente la rigenerazione della gomme per produrre altra gomma nobilitata e quindi è materiale che può continuare all’infinito il suo ciclo di riciclaggio”.