Street tutor pronti a entrare in azione

Il servizio che riprende domani sarà organizzato in turni di sei ore e in media quattro operatori, identificabili dalla pettorina rifrangente con la scritta Street Tutor sulla schiena, tre giorni la settimana, anche in base alla programmazione di iniziative serali.

0
1210

Riprende domani, mercoledì 12 luglio, il servizio dei “tutori di strada”, personale qualificato e autorizzato con funzione di mediazione sociale, fra avventori e abitanti, nelle aree adiacenti a pubblici esercenti.

Il progetto, inizialmente cofinanziato da Regione e Unione, è coordinato dal Comando della Polizia locale: da questa estate, e per 24 mesi, il servizio è affidato alla Top Secret investigazioni e sicurezza srl di Ferrara, che ha già operato a Bologna e Cervia, e conta attualmente una quarantina di operatori formati, con la possibilità di aggiungere grazie a una propria scuola di formazione, riconosciuta dalla Regione, con cui può autonomamente provvedere alla formazione di ulteriore personale in pochi giorni. 

Il servizio che riprende domani sarà organizzato in turni di sei ore e in media quattro operatori, identificabili dalla pettorina rifrangente con la scritta Street Tutor sulla schiena, tre giorni la settimana, anche in base alla programmazione di iniziative serali.

“E’ un importante strumento – spiega Mariella Lugli, assessore alla Sicurezza – per gestire meglio la convivenza in spazi pubblici, e partendo dalla valida esperienza del 2022 il nuovo progetto è stato costruito con il confronto tra residenti e gestori di piazza Garibaldi, i quali hanno riconosciuto risultati positivi per entrambi le parti, fermo restando che il servizio riguarderà anche altre zone della città”.

Questi i dati del 2022: 331 operatori impegnati (47 in giugno, 74 luglio, 42 agosto, 46 sia settembre sia ottobre, 37 novembre e 35 dicembre); 94 giorni di servizio (12 in giugno e in agosto, 19 luglio, 13 settembre, 15 ottobre, 12 novembre e 11 dicembre), per 2.023 ore complessive.