CarpInJazz al via con un trio di assi

Spetta a tre grandi nomi del panorama musicale italiano l’onore di inaugurare venerdì 7 luglio, l’edizione 2023 di CarpInJazz. La pianista Rita Marcotulli, il contrabbassista Furio Di Castri e il batterista Roberto Gatto saliranno sul palco di piazzale Re Astolfo alle 21.30 per dare vita a un incontro inedito che celebra un’amicizia e una storia vissuta insieme nella musica per quasi quarant'anni.

0
766

Spetta a tre grandi nomi del panorama musicale italiano l’onore di inaugurare venerdì 7 luglio, l’edizione 2023 di CarpInJazz. La pianista Rita Marcotulli, il contrabbassista Furio Di Castri e il batterista Roberto Gatto saliranno sul palco di piazzale Re Astolfo alle 21.30 per dare vita a un incontro inedito che celebra un’amicizia e una storia vissuta insieme nella musica per quasi quarant’anni. La connessione tra questi artisti, viene da lontano: Di Castri nato a Milano, ma torinese si trasferì a Roma nel 1979 dove spesso frequentava il celebre locale di Pepito Pignatelli, il “Music Inn”. E’ qui che, nel 1985, registra il disco “Things”, dove al piano c’è Rita Marcotulli e alla batteria Roberto Gatto. A distanza di 38 anni, questo nuovo incontro tra i tre assi del jazz italiano proporrà a Carpi un concerto condiviso con nuove composizioni dei singoli e alcuni standard che li hanno visti crescere nei loro singoli incontri con i grandi del Jazz. Un concerto quindi che ha le radici del jazz afroamericano con innesti originali e contemporanei. Negli ultimi anni i tre artisti si sono confrontati con giovani musicisti, attingendo nuova linfa e trasmettendo la loro esperienza e Arte. Una musica quindi divertente e dinamica, con punte di interplay ritmico e armonico, a volte melodico ma anche grande spazio alla creatività e all’improvvisazione. Ingresso gratuito senza prenotazione fino ad esaurimento posti.