La Guardia medica ha un nuovo numero di telefono, gratuito e unico in tutto il modenese

Dal 3 luglio novità per il servizio di Continuità assistenziale in provincia di Modena: la Guardia medica avrà un nuovo numero di telefono, gratuito e unico su tutto il territorio provinciale, l’800 032 032, che sostituirà tutti gli altri numeri ora attivi sui diversi comuni.

0
1471

Dal 3 luglio novità per il servizio di Continuità assistenziale in provincia di Modena: la Guardia medica avrà un nuovo numero di telefono, gratuito e unico su tutto il territorio provinciale, l’800 032 032, che sostituirà tutti gli altri numeri ora attivi sui diversi comuni. 

Il servizio di guardia medica è attivo tutte le notti dalle 20.00 alle 8.00 e il sabato, la domenica e tutti i giorni prefestivi e festivi dalle 8.00 alle 20, quando cessa l’orario di attività del Medico e del Pediatra di famiglia. Dal 3 luglio chiamando il nuovo numero verde in questi giorni e orari risponderà sempre un medico, che farà subito una valutazione per fornire la risposta più adatta al bisogno del cittadino: se necessario lo indirizzerà al medico di guardia medica del territorio più vicino; molte volte, invece, basta una consulenza telefonica per risolvere il problema.

Gli obiettivi di questa nuova modalità di accesso sono molteplici: garantire sempre una risposta al cittadino da parte di un medico, in una logica di continuità dell’assistenza; assicurare omogeneità sul territorio e, altrettanto importante, la prossimità e vicinanza, che si esplicita nella possibilità di visita ambulatoriale e domiciliare; garantire infine la sicurezza dell’intero percorso, tramite la registrazione della chiamata, a tutela dell’utente e dello stesso medico.  

“Il nuovo numero unico ci consente non solo di superare tutti gli altri numeri, diversi tra loro, che i cittadini utilizzavano nei diversi territori, ma soprattutto di garantire loro una risposta certa e omogenea, indipendentemente dal luogo in cui si trovano – dichiara Anna Maria Petrini, Direttrice generale dell’Azienda USL di Modena -. L’accesso tramite il telefono è importante perché consente di dare una prima risposta medica, che in molti casi, come ci mostrano i dati, è già risolutiva del problema. Si evitano così tanti spostamenti e si possono ridurre anche gli accessi ai Ps da parte di persone il cui problema può essere risolto in un modo più appropriato. Ringrazio le nostre Cure primarie i Servizi tecnici e informatici aziendali e tutti i rappresentanti della Medicina generale e della Continuità assistenziale per il grande lavoro di questi ultimi mesi, un importante risultato che va a beneficio di tutti i nostri cittadini”.