Preside Miselli, “Ragazzi siamo orgogliosi di ciò che avete fatto e di quanto farete in futuro”

Giovedì 20 aprile, nella cornice del Circolo Loris Guerzoni, si è tenuta dopo quattro anni di assenza a causa della pandemia, la cerimonia di consegna dei diplomi dell’anno scolastico 2021/22 e delle borse di studio degli studenti dell’Istituto tecnico Leonardo da Vinci.  Un momento denso di emozioni che esprime al meglio le competenze e le eccellenze di questo istituto, tra i fiori all’occhiello del territorio.

0
1875
I ragazzi che si sono distinti con la votazione di 100/100

Giovedì 20 aprile, nella cornice del Circolo Loris Guerzoni, si è tenuta dopo quattro anni di assenza a causa della pandemia, la cerimonia di consegna dei diplomi dell’anno scolastico 2021/22 e delle borse di studio degli studenti dell’Istituto tecnico Leonardo da Vinci.  Un momento denso di emozioni che esprime al meglio le competenze e le eccellenze di questo istituto, tra i fiori all’occhiello del territorio.

“Dopo quattro anni – ha commentato il dirigente scolastico Marcello Miselli – abbiamo ripreso questa bella tradizione. E’ un’occasione importante per rivederci e festeggiare un traguardo fondamentale e per ricordare alcuni momenti dei cinque anni trascorsi al Vinci. Ci saranno stati sicuramente giorni difficili ma oggi li guardiamo con occhio diverso. Possiamo sorridere di alcuni episodi accaduti a noi, a nostri compagni, ai professori, al personale, magari anche al preside. Se siamo e siete qui, credo che riteniamo e riteniate importante la scuola e il Vinci in particolare. Abbiamo visto crescere questi adolescenti che si sono trasformati in giovani donne e uomini. Qualche volta ci avete fatto arrabbiare, ma siamo orgogliosi del traguardo che avete raggiunto, di ciò che avete fatto e di quanto farete in futuro. Come preside e con me tutti i docenti crediamo nel nostro lavoro e ci auguriamo di avere lasciato in voi un segno positivo. Spero ragazzi che possiate fare tesoro di tutto ciò che avete vissuto a scuola e dell’esempio dei vostri maestri. Vi tornerà utile”.

A prendere la parola è stata poi la vice preside Simona Fregni, al lei il compito di ricordare l’indimenticata figura della professoressa Maria Capone nel decimo anniversario della sua prematura scomparsa. “Per noi – ha commentato – è importante ricordare Maria, come amica, come collega, come professionista dell’insegnamento e dell’educazione dei giovani”. La borsa di studio istituita nel suo nome è stata consegnata da Paolo Bessi, presidente del Consiglio di Istituto e dalla dottoressa Annarita Esposito, direttore dei servizi generali e amministrativi, Gabriele Foroni per il biennio e a Luca Tarabini Solmi per il triennio.

Premiata poi la classe 3B Informatica, seguita dalla tutor scolastica Chiara Nunziata, giunta terza alla competizione Storie di alternanza indetta da Unioncamere e dalle Camere di commercio italiane, grazie al progetto ALBA Automated Technology che progetta e realizza sistemi di automazione per le serre. “Il nostro istituto – ha poi sottolineato la professoressa Tonia Bellino – crede molto nel progetto di alternanza scuola lavoro per l’opportunità che offre agli studenti, permettendo loro  l’acquisizione di competenze spendibili nel mondo del lavoro e promuovendo al contempo anche la cultura dell’autoimprenditorialità. Qui si sperimentavano progetti di questo tipo ancor prima che diventasse obbligatorio. Ora, a fronte di 150 ore obbligatorie per legge, il nostro istituto ne propone ben 300 suddividendolo nel triennio”. 

Alla vice preside Barbara Pedagani è invece spettato il compito di premiare le due ex 4A e 5A Elettronica: coordinate dal professor Sandro Gualdi le due classi, coi progetti Pilambiente e PiantalApp, si sono distinte a Bellacoopia, il concorso per le scuole promosso da Legacoop Estense per diffondere tra i giovani la conoscenza dell’impresa cooperativa e delle sue caratteristiche distintive. 

Infine, nel consegnare i diplomi alle classi quinte dell’anno scolastico 2021/22, il dirigente Miselli, insieme al vice preside Paolo Bussei, ha salutato i ragazzi che si sono distinti con la votazione di 100/100:  Riccardo Bonaccini e Matteo Subazzoli (con lode), a seguire Lin Cheng Hao e Gabriele Torelli del corso di Elettronica, Rebecca Boni e Cristian Pierro di Chimica, Filippo Acquotti, Michael Barpi, Daniele Bignardi, Stefano Cuoghi, Alex Ionitel e Leonardo Zanzanelli di Informatica, Andrea Altemani, Pietro Cerundolo e Luca Guarriello di Meccanica e Mehmood Sufian del serale.

Un momento davvero speciale, celebrato di fronte a genitori e famigliari orgogliosi, giunto dopo cinque anni di studio, sudore e fatica.

J.B.