Per la manutenzione di strade, ciclopedonali e marciapiedi in arrivo 3,5 milioni in tre anni

Tre milioni e mezzo in tre anni per manutenzione straordinaria di strade, marciapiedi e ciclopedonali, al fine di garantire la sicurezza del transito pedonale e veicolare: poiché saranno utilizzati attraverso un accordo-quadro con un unico operatore economico, il primo passo dell’Amministrazione sarà indire la gara per individuare l’interlocutore.

0
642

Tre milioni e mezzo in tre anni per manutenzione straordinaria di strade, marciapiedi e ciclopedonali, al fine di garantire la sicurezza del transito pedonale e veicolare: poiché saranno utilizzati attraverso un accordo-quadro con un unico operatore economico, il primo passo dell’Amministrazione sarà indire la gara per individuare l’interlocutore. L’accordo quadro con un solo operatore è infatti lo strumento più idoneo per gestire i fabbisogni manutentivi dell’Ente, non tutti esattamente quantificabili a priori o preventivabili esattamente nel tempo.

Si tratta di una modalità di assegnazione che riduce i tempi di gara e consente di affidare i lavori in tempi brevi – sottolinea Paolo Malvezzi, Assessore a Lavori Pubblici e Viabilità –  senza dover ripetere le gare per ogni singolo progetto esecutivo. In questo modo i tempi della burocrazia sono ridotti al minimo”.

La delibera stabilisce anche, a titolo indicativo e non esaustivo, alcuni progetti di manutenzione straordinaria: 380mila euro nel triennio per pedonali danneggiati e 2,4 milioni per strade e infrastrutture viarie urbane ed extraurbane; 510mila nel 2023 per la ciclabile di collegamento fra Fossoli e il centro città; 200mila nel biennio 2023-’24 per “modifiche viabilità dovute ad ordinanze, nuovi percorsi, pedonali, ciclabili e parcheggi”.