Come prendersi cura di chi assiste un anziano o un famigliare

I caregiver familiari impegnati nell’assistenza a un proprio caro soffrono sovente di stress cronico. Fra le strategie per rispondere ai rischi che lo stress può generare c’è la disponibilità a essere ascoltati, accompagnati e sostenuti nel percorso di recupero del proprio benessere e azioni di accompagnamento e sostegno come, ad esempio, i Gruppi di Auto Mutuo Aiuto. Questo sarà il tema portante della prima iniziativa del Caregiver Day che si terrà venerdì 21 aprile, alle 15.30, al Centro Sociale Bruno Losi, di via Medaglie d’Oro, 2 e in diretta streaming YouTube.

0
584

A partire da Grazia Deledda, che narrava della forza delle “canne al vento” (fragili ma resistenti) la resilienza si è sempre legata alla capacità di raccontare, di comunicare, di fare uscire allo scoperto le nostre paure e condividerle. Lo stress è una risposta dell’organismo a un cambiamento che rompe il nostro equilibrio. Quando gli stimoli che causano stress sono troppo intensi o si prolungano nel tempo, impedendoci di recuperare le energie, allora parliamo di stress negativo. E, come evidenziato da molteplici studi, i caregiver familiari impegnati nell’assistenza a un proprio caro soffrono sovente di stress cronico e dei relativi impatti sulla propria salute. Fra le strategie per rispondere in positivo ai rischi che lo stress può generare c’è la disponibilità a essere ascoltati, accompagnati e sostenuti nel percorso di recupero del proprio benessere e azioni di accompagnamento e sostegno come, ad esempio, i Gruppi di Auto Mutuo Aiuto.

Questo sarà il tema portante della prima iniziativa dal tema Sostenere la resilienza del caregiver attraverso la narrazione – inserita nel calendario della tredicesima edizione del Caregiver Day organizzata dalla Coop sociale Anziani e non solo – che si terrà venerdì 21 aprile, alle 15.30, al Centro Sociale Bruno Losi, di via Medaglie d’Oro, 2  e in diretta streaming YouTube. 

I relatori saranno Rebecca Vellani, Psicologa, ci parlerà dello Stress del prendersi cura e delle strategie per affrontarlo, successivamente Licia Boccaletti, coordinatrice del progetto europeo Erasmus+ SINCALA e presidente di Anziani e Non Solo scs, parlerà di come Promuovere la resilienza del caregiver attraverso la narrazione. Successivamente Anna Masucci, assistente sociale, parlerà dell’esperienza di ascolto dei caregiver nella quotidiana e continua attività dello Sportello caregiver dell’Unione Terre d’Argine, mentre Laura Pasini, psicologa e psicoterapeuta – insieme a testimonianze di caregiver familiari – affronterà il tema del Raccontarsi da remoto: il Gruppo di Auto Mutuo Aiuto promosso dall’Associazione Carer ETS. A seguire Sabina Tarozzi, responsabile delle iniziative di welfare del Gruppo UnipolSAI  parlerà di come Favorire la narrazione del caregiver nel contesto lavorativo. Coordinerà i lavori: Sabrina Tellini, responsabile Area Anziani e fragili dell’Unione Terre d’Argine.

La partecipazione è gratuita. Per iscrizioni: Tel. 059-645421; info@anzianienonsolo.it +39 393.9096596