Dona un alimento e sostieni gli empori solidali, presidi contro la povertà

Sabato 11 marzo torna la raccolta alimentare a favore degli empori solidali in collaborazione con Conad, appuntamento che si ripresenta dopo tre anni segnati dalle difficoltà legate alla pandemia, alla crisi energetica e al caro prezzi per cercare di dare un aiuto concreto agli empori solidali della provincia di Modena, presidio contro la povertà per circa 900 famiglie del territorio e non solo.

0
842

Sabato 11 marzo torna la raccolta alimentare a favore degli empori solidali in collaborazione con Conad, appuntamento che si ripresenta dopo tre anni segnati dalle difficoltà legate alla pandemia, alla crisi energetica e al caro prezzi per cercare di dare un aiuto concreto agli empori solidali (simili a supermercati, dove i beneficiari, selezionati dai servizi sociali, possono scegliere prodotti di prima necessità, pagando con un budget di punti proporzionato alle dimensioni della famiglia) della provincia di Modena, presidio contro la povertà per circa 900 famiglie del territorio e non solo. Da più di un anno, infatti, a causa dello scoppio della guerra, si è sommato anche l’impegno a favore delle famiglie ucraine accolte nel territorio modenese. Grazie alla disponibilità e alla collaborazione dei soci Conad, la raccolta alimentare si svolgerà in maniera capillare a Modena e provincia, coprendo ben 17 punti vendita. I beni raccolti sono destinati agli empori solidali Portobello di Modena, Il Melograno di Sassuolo, Il Pane e le Rose di Soliera, Eko Market Solidale Unione Terre di Castelli, Cortile Solidale di Medolla, Ohana Digital Market nel territorio del Frignano e Cibùm di Carpi.
I volontari consegneranno ai clienti una lista dei prodotti particolarmente necessari in questo periodo e una borsa da riempire; i prodotti richiesti sono: olio di oliva e di semi, latte a lunga conservazione, pasta e riso, prodotti per l’igiene personale e della casa, prodotti in scatola (tonno, legumi…). 

Tra i punti vendita Conad situati nel territorio dell’Unione delle Terre d’Argine coinvolti nell’iniziativa vi sono quello di Via Carlo Marx, 99 a Carpi e quello di Via Limidi, 1100 a Limidi di Soliera.