E’ Carnevale al Carpine con la Famiglia Pavironica e le risate dei bambini dell’Arcobaleno

Martedì 14 Mago Bryan e Maga Tamayo avevano incantato bambini e anziani. Pure il dottor Balanzone, alias Giacinto Bruschi, ha visitato gli anziani ospiti e raccontato la storia delle più belle maschere italiane.

0
1071

Oggi, sabato 18 febbraio, la Famiglia Pavironica ha fatto visita agli anziani del Carpine: Sandrone, la Pulonia e Sgorghiguelo hanno fatto una sorpresa che ha lasciato tutti quanti a bocca aperta. Dopo aver salutato gli anziani, hanno recitato una filastrocca, rigorosamente in dialetto, con la quale di sono presentati e hanno raccontato la loro storia. È stata la prima volta della Famiglia Pavironica a Carpi in una struttura protetta tra sguardi meravigliati ed emozionati: hanno promesso che torneranno anche il prossimo anno!

Giovedì grasso, 16 febbraio, pure il dottor Balanzone, alias Giacinto Bruschi, ha contribuito a rendere speciale il carnevale degli anziani ospiti con sirudele, filastrocche e ripercorrendo le caratteristiche di tutte le più belle maschere italiane rappresentandone vizi e virtù, pregi e difetti in chiave ironica. Inoltre, Franco e Milena, una coppia di veneziani ospiti del Carpine, hanno raccontato tutta la bellezza del Carnevale di Venezia e Mario ha ricordato le tradizioni del carnevale pugliese.

Martedì 14 la festa del Carnevale già era iniziata alla grande con tante risate a crepapelle dei bambini della sezione dei cinque anni della scuola d’infanzia Arcobaleno: insieme agli anziani hanno assistito al meraviglioso spettacolo di magia di Mago Bryan e Maga Tamayo.

Insomma, finalmente un Carnevale come si deve: da incorniciare!!