Il Carnevale sfila per le vie di San Martino in Rio

Domenica 12 febbraio, alle 14,30, torna l’appuntamento con Al Carnevel, la sfilata con partenza dal centro di San Martino in Rio, nel reggiano, organizzato dalle Parrocchie di San Martino Vescovo, Gazzata, Prato, Stiolo, Lemizzone, Trignano.

0
1923

Domenica 12 febbraio, alle 14,30, torna l’appuntamento con Al Carnevel, la sfilata con partenza dal centro di San Martino in Rio, nel reggiano, organizzato dalle Parrocchie di San Martino Vescovo, Gazzata, Prato, Stiolo, Lemizzone, Trignano.

I paesi, si sa, tendono a vivere di piccole e grandi tradizioni che, consolidate nel tempo, rappresentano un po’ l’anima della comunità: perché la custodiscono, la rafforzano e la tramandano. Ecco perchè, a San Martino in Rio, lo stop forzato alla sfilata imposto dal Covid nel 2021 e 2022 è stato vissuto come un ulteriore momento di malinconia. Si perché, come testimonia il bel libro fotografico di Romano Becchi, Il Carnevale a San Martino in Rio (1954 – 2010), “la sfilata, le maschere, la musica e i coriandoli fanno parte a tutti gli effetti della storia piccola e grande del nostro bel paese. Lo scopo è semplice: far divertire tutti, piccoli e grandi,  offrendo nel contempo l’occasione alle famiglie di condividere un po’ di tempo insieme, lavorando fianco a fianco, con l’unico scopo di arrivare a trascorre in compagnia una spensierata domenica: Trovarsi tutti insieme per le strade significa per gli anziani rivivere l’esperienza di una vita paesana, e per i più giovani l’occasione di sperimentare la gioia di incontrarsi con persone diverse, con tanta voglia di divertire, divertendosi”. Per tanti non è una “passeggiata”, il comitato organizzatore si muove con mesi di anticipo, i papà e le mamme tra pinze, martelli, pennelli, ago e filo trascorrono lunghe ore su progetti di astronavi, velieri coraggiosi e costumi da rifinire. Ma la fatica e sempre ripagata dai sorrisi che coinvolgono tutti quanti sentendosi partecipi di un momento di sana felicità. E sia chiaro … il buon cibo non mancherà (gnocco fritto, patatine fritte, bibite e vin brûlé)! Perché la festa dev’essere completa. In caso di maltempo la sfilata verrà rimandata al 19 febbraio.