La Scientifica nella casa di Soliera dove è avvenuta la tragedia, gravi ma stabili i due feriti

Sono ancora gravi, ma stazionarie, le condizione del suocero e della moglie di Paolo Socin, il 68enne che ha aggredito a martellate la coniuge 65enne e il padre di lei, 85enne, prima di togliersi la vita impiccandosi nella sua casa di via Marconi, a Soliera.

0
628

Sono ancora gravi, ma stazionarie, le condizione del suocero e della moglie di Paolo Socin, il 68enne che ha aggredito a martellate la coniuge 65enne e il padre di lei, 85enne, prima di togliersi la vita impiccandosi nella sua casa di via Marconi, a Soliera. Entrambi i feriti sono ricoverati in prognosi riservata all’Ospedale di Baggiovara. L’anziano versa in condizioni più critiche rispetto alla figlia. Intanto nell’abitazione di Soliera dove si è consumata la tragedia, a seguito di una lite in famiglia probabilmente legata proprio alla presenza dell’85enne nella casa, nella giornata di ieri si sono recati gli uomini della scientifica per cercare ulteriori elementi utili a ricostruire la dinamica dei fatti.