Il futuro della moda fa rima con 3D, sostenibilità e formazione

Twinset, Crea Sì, Pretty Mode e Prisma Tech: sono realtà della moda che questa mattina hanno dialogato con studenti e docenti del Vallauri rispetto al tema della tecnologia come strumento per un fashion sostenibile.

0
251
PH Giulia Mantovani

Conoscere lo strumento del 3D per velocizzare i processi, evitare gli sprechi e, dunque, pensare alla sostenibilità: questi i temi dell’incontro che, questa mattina, si è svolto all’Istituto Vallauri di Carpi, coinvolgendo gli studenti delle classi VB e VD, grazie alla collaborazione delle professoresse Lara Pozzetti e Diana Dimiddio.

Promosso da Carpi Fashion System in collaborazione con l’Istituto Vallauri, e realizzata con il supporto di Fondazione Democenter, la mattinata ha visto la partecipazione, in qualità di relatori, dei rappresentanti di alcune importanti aziende del territorio: Carlo Barbieri di Twinset, Gloria Trevisani di Crea Sì e Stefano Forti di Pretty Mode. Insieme a loro, anche Alberto Rossato di Prisma Tech, azienda che ha realizzato uno dei programmi per la digitalizzazione dei prodotti 3D. Oltre a loro, anche i saluti della vicesindaco Stefania Gasparini e della dirigente scolastica Silvia De Vitis.

“Giornate come questa sono importanti, per un duplice motivo: da un lato – ha commentato Gasparini – i nuovi strumenti che la tecnologia mette a disposizione di chi fa impresa nel fashion rappresentano il futuro, e dunque è fondamentale che le aziende li conoscano e ne sfruttino le potenzialità, anche stimolandosi tra loro; dall’altro, senza il passaggio generazionale, con nuove leve che vengano formate per entrare nel settore, non esisterebbero prospettive a medio e lungo termine. Per questo l’iniziativa, che unisce temi diversi ma complementari, rappresenta una delle tappe di un percorso che abbiamo iniziato da tempo, e proseguiremo con rinnovata determinazione”.

Un percorso, quello della formazione delle imprese del comparto moda sulle nuove tecnologie a disposizione per produrre le proprie creazioni, iniziato già da qualche anno, e che si salda con un altro dei temi cari a Carpi Fashion System, ovvero la sostenibilità del settore. Stimoli che hanno destato il vivo interesse degli studenti di moda del Vallauri, che già erano stati tra i protagonisti del corso di maglieria promosso nel 2022, nonché di alcuni stage presso le aziende del Distretto. Essendo un’iniziativa che non mirava soltanto alla formazione degli studenti, ma anche a quella delle imprese, numerose sono state le realtà imprenditoriali che hanno seguito l’incontro online.