Sul caso delle lavoratrici del Cimitero interviene la coop Barbara B

0
282

Buongiorno, in merito all’articolo pubblicato sul vostro quotidiano con il titolo “Quando rivedremo i nostri soldi?” al link https://temponews.it/2022/11/24/quando-rivedremo-i-nostri-soldi/, Barbara B tiene a precisare alcuni aspetti: dal momento in cui abbiamo ottenuto la concessione del cimitero di Carpi tutte le nostre azioni si sono svolte nel pieno rispetto delle clausole sociali. Il confronto con la Cgil è stato proficuo e costante, abbiamo seguito pedissequamente quanto ci veniva raccomandato dai rappresentanti dei lavoratori soprattutto nella fase di inserimento nella nuova realtà. Solo dopo parecchio tempo le due persone anche coinvolgendo indebitamente l’amministrazione comunale, che fortunatamente sa bene la serietà e l’accortezza con cui stiamo lavorando, hanno abbandonato il sindacato per affidarsi a un avvocato. Questo nonostante da parte nostra ci sia sempre stata la massima disponibilità e soprattutto l’assoluto rispetto delle regole.

Arrivati a questo punto però non possiamo accettare l’attacco che ci è stato rivolto in modo del tutto ingiustificato e strumentale. Chi ritiene di avere pretese fondate si rivolge al giudice del lavoro e non formula accuse infamanti sui giornali. Per quanto ci riguarda la situazione è molto chiara e non dà adito a dubbi, ma non abbiamo nessun problema a far valere le nostre ragioni in Tribunale.