Raccolte 2.500 firme contro la proposta di allargamento della ZTL

L’obiettivo della raccolta firme lanciata a maggio è quello di “sospendere immediatamente la creazione della ztl in attesa di una decisione condivisa circa la risoluzione di problemi” annosi e non più procrastinabili, a partire dalla realizzazione di parcheggi gratuiti (e non solo a pagamento) attigui alla zona del centro.

0
690

La petizione indirizzata al Sindaco è sottoscritta da cittadini, da residenti e da commercianti del centro storico: in tutto sono 2.500 le firme depositate lunedì 28 novembre presso il Comune di Carpi che le ha protocollate. L’intenzione dei firmatari è quella di dare un segnale inequivocabile al Sindaco Bellelli e alla sua Giunta: ora si aspettano di essere ascoltati.

“Malgrado le promesse e la disponibilità di valutare le richieste dei cittadini, dei residenti e dei commercianti del centro storico, non essendoci state date risposte adeguate rispetto alle problematiche che si verificheranno con l’allargamento della Zona a traffico limitato e rispetto alla necessità di realizzare nuovi parcheggi attigui al centro storico, avanziamo alcune richieste urgenti per salvaguardare la zona del centro storico e precisamente le chiediamo di sospendere immediatamente l’allargamento della ZTL in attesa di una decisione condivisa”.

“All’incontro con l’Amministrazione comunale avanzeremo proposte rispetto alle vie in cui introdurre la Ztl e ribadiremo il nostro no all’aumento dei parcheggi a pagamento. Si possono recuperare altri posti a rotazione gratuiti nel parcheggio di fronte all’ex coop dove sono sempre fermi mezzi che non dovrebbero stare lì” sostiene Carlo Luppi, uno dei promotori della petizione, soddisfatto per il risultato raggiunto.

La petizione elenca una serie di problematiche che, secondo i firmatari, attendono soluzione: la realizzazione di parcheggi gratuiti (e non solo a pagamento); risposte concrete per i residenti e i commercianti sui parcheggi all’interno dei varchi e i costi annuali da sostenere; la considerazione della difficile situazione economica.

“Visto il traffico attuale, praticamente inesistente, in centro storico ci sembra inopportuno fare la Ztl con i conseguenti costi di telecamere e. crediamo ben più importante creare nuovi parcheggi”.

S.G.