L’Istituto Leonardo Da Vinci e l’Europa

“E’ stata un’esperienza unica di arricchimento personale e professionale”, commentano le docenti appena tornate dalla mobilità a Cadice sulla digitalizzazione applicata alla didattica. “Lavorare in un gruppo internazionale è stato molto motivante e ha infuso nuovo entusiasmo per il proprio lavoro”.

0
380
Mobilità in Svezia maggio 2022, The Frida Way, un nuovo modo di fare scuola

L’Istituto tecnico Leonardo Da Vinci continua nella sua lunga tradizione di progettazione europea, cominciata nel 1995 coi progetti Comenius e successivamente con Erasmus. Da allora il Vinci ha partecipato a varie mobilità e partenariati con scuole di tutta Europa. Nell’anno scolastico 2021-2022 la scuola ha ottenuto il finanziamento per il Progetto Erasmus+ KA 1 L.I.F.E. (Learning Is Fun, Enjoy!) che prevede 15 mobilità in ambito europeo, da marzo 2022 a maggio 2023 e coinvolge 30 docenti del Vinci.

I corsi di formazione si sono finora svolti in Svezia, Irlanda, Islanda, Estonia, Spagna e Portogallo. Le prossime mobilità avranno come mete Grecia, Spagna, Norvegia, Slovenia e Finlandia. I docenti dell’istituto si sono messi in gioco in ambienti internazionali, seguendo corsi di formazione in lingua inglese, tutti legati strettamente ai quattro macro obiettivi individuati nel Progetto: incremento del successo formativo e diminuzione della dispersione scolastica; aumento delle competenze CLIL; sviluppo delle competenze di cittadinanza attiva, cittadinanza Europea e sviluppo sostenibile; aumento delle competenze digitali. Gli insegnanti hanno potuto vivere nuove esperienze al di là dei confini delle proprie aule, per acquisire e diffondere buone pratiche, nuove strategie per migliorare l’offerta formativa della scuola e attivare in futuro mobilità degli studenti e forme di collaborazione con scuole dell’Unione Europea.  

“E’ stata un’esperienza unica di arricchimento personale e professionale”, commentano le docenti appena tornate dalla mobilità a Cadice sulla digitalizzazione applicata alla didattica. “Lavorare in un gruppo internazionale è stato molto motivante e ha infuso nuovo entusiasmo per il proprio lavoro”.

A maggio 2023 si svolgerà la giornata di condivisione, aperta a tutta la comunità scolastica e locale, in cui verranno raccontate le esperienze svolte: in questo modo gli effetti positivi avranno una ricaduta su tutta la collettività.