Correggio, maltratta i genitori per avere i soldi per la droga

Maltrattamenti in famiglia ed estorsione le accuse mosse a un 51enne dai Carabinieri di Correggio. Soleva ripetere “compro una pistola e ti sparo”, “ti accoltello”, “ti do talmente tante coltellate che ti voglio vedere morire” e lanciava addosso ai genitori ottantenni oggetti di vario tipo.  

0
714

Maltrattava i propri genitori con un unico fine: quello di ottenere i soldi necessari per soddisfare i suoi vizi, tra cui quello della droga. Teatro della vicenda è Correggio dove un 51enne reggiano, per i presunti gravi fatti commessi dal mese di maggio agli inizi di ottobre, è stato sottoposto alla misura cautelare di allontanamento dalla casa famigliare e il divieto di avvicinamento dai Carabinieri di Correggio che hanno svolto le indagini. 

Secondo quanto emerso l’uomo maltrattava il padre e la madre 80enni con condotte reiterate e pressoché quotidiane consistenti in offese e minacce di morte. Soleva ripetere “compro una pistola e ti sparo”, “ti accoltello”, “ti do talmente tante coltellate che ti voglio vedere morire” e lanciava addosso ai genitori oggetti di vario tipo. Ha colpito la madre con un bicchiere e il padre con un telecomando alla testa, spingeva, strattonava e afferrava per i cappelli la madre. Condotte che gli hanno fatto ottenere danaro con una frequenza di due volte alla settimana per un importo di 2.000 euro mensili, spesi per acquistare stupefacenti.