Ritorna White Run, la camminata per l’Africa

L’appuntamento è per domenica mattina 2 ottobre al Parco Santacroce della Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi, in via Traversa San Giorgio. Il ricavato della corsa sarà destinato alla realizzazione del progetto n.54 di Ho Avuto Sete: un impianto idrico affiancato da un orto comunitario nel villaggio di Boimbim nella provincia di Tenkodogo in Burkina Faso, Africa.

0
516

Correre fa bene e in questo caso ancora di più perché tutto il ricavato della White Run sarà destinato al progetto n.54 di Ho Avuto Sete: la realizzazione di un impianto idrico affiancato da un orto comunitario nel villaggio di Boumbim nella provincia di Tenkodogo in Burkina Faso, Africa.

L’appuntamento è molto atteso e questa è la quinta edizione della corsa organizzata dall’associazione Ho avuto Sete, impegnata da più di dieci anni nella realizzazione di progetti umanitari, in particolare pozzi d’acqua potabile, in alcuni Paesi africani. In questo caso “non solo le 1700 persone che vivono nel villaggio avranno la disponibilità di acqua potabile – afferma Paolo Ballestrazzi di Ho Avuto Sete – ma, grazie a quell’acqua, potrà essere coltivato il terreno dell’orto comunitario che sarà gestito dalle donne. Oltre a rappresentare un elemento di emancipazione femminile, l’orto fornirà sostentamento alla popolazione”.

L’appuntamento quindi è per domenica mattina 2 ottobre con ritrovo dalle 8,15 al Parco Santacroce della Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi, in via Traversa San Giorgio. La partenza sarà alle 9 e sono previsti tre percorsi di 4,5 – 7,5 – 11 km con due punti di ristoro lungo il cammino e uno all’arrivo.

L’iscrizione, del costo di 2,50 euro, è prevista in loco il giorno della manifestazione. A tutti i partecipanti sarà dato un simpatico omaggio e le società con un minimo di dieci iscritti saranno premiate con tipici prodotti locali.

“La novità di quest’anno – prosegue Ballestrazzi – è rappresentata dalla scelta di potenziare i mezzi green e uno speciale gadget sarà donato a tutti coloro che raggiungeranno il Parco Santacroce in bici. Sarà disponibile il Ciclobox, parcheggio sorvegliato gratuito per biciclette, in collaborazione con Fiab, Il Tesoro Nascosto e Consulta C del Comune di Carpi. Per evitare attraversamenti impropri, anche sul volantino abbiamo indicato il percorso: chi arriva in bici prosegue in via Bollitora Interna fino all’incrocio con via Traversa San Giorgio regolato da impianto semaforico e poi raggiunge il Parco da via Meloni di Santa Croce. Approfittiamo dell’occasione per ringraziare sin da ora la Polizia Municipale per la  sempre preziosa collaborazione”.

E’ un momento sportivo e ricreativo piacevole e chi ha partecipato alle scorse edizioni torna per rivedersi e per contribuire, con un piccolo gesto di solidarietà, alla realizzazione dei progetti godendosi il bellissimo Parco della Fondazione CR Carpi aperto eccezionalmente per l’occasione. “La corsa si farà, qualsiasi siano le previsioni meteo – conclude Paolo Ballestrazzi – ma speriamo nel bel tempo. Tutto il resto è pronto”.

Sara Gelli