EntoModena diventa sempre più grande

La 56esima edizione di EntoModena è ai nastri di partenza. Il meeting intenzionale di entomologia, malacologia e invertebrati andrà in scena il 17 e 18 settembre alla Polisportiva Saliceta San Giuliano in Strada Panni, 83 a Modena.

0
268

La 56esima edizione di EntoModena è ai nastri di partenza. Il meeting intenzionale di entomologia, malacologia e invertebrati andrà in scena il 17 e 18 settembre alla Polisportiva Saliceta San Giuliano in Strada Panni, 83 a Modena.

La kermesse, negli ultimi 15 anni si è fortemente evoluta, da semplice mostra-scambio per collezionisti, la terza a livello europeo per importanza, si è infatti trasformata in un evento a 360° sulla sensibilizzazione naturalistica e ambientale: collezioni certamente ma anche insetti vivi da allevare, attrezzature da campo e da tavolo, associazioni e gruppi di sensibilizzazione ambientale, mostre, laboratori per bimbi e ragazzi, conferenze e incontri con gli autori.

In occasione dell’edizione di quest’anno il GMSN – Gruppo Modenese di Scienze Naturali aps ha organizzato mostre tematiche (Le zone umide e i loro abitanti: problemi e soluzioni per la loro sopravvivenza; Galle, quando gli insetti modificano le piante a cura di Adriano Cazzuoli; Tridacna: un gruppo di bivalvi in estinzione a cura del Museo malacologico di Cupra Marittima; I funghi del nostro Appennino a cura del Gruppo naturalistico modenese e, infine, la mostra d’arte di Simona Fiore, Terramorfi), 12 laboratori differenziati per fasce di età, liberi e su prenotazione, 7 conferenze tenute da professionisti dell’entomologia e della comunicazione e 2 presentazioni di libri.

Da segnalare il seminario che si terrà sabato 17 settembre a partire dalle 9,15 dal titolo Professione entomologo. Nel corso della mattinata si susseguiranno vari esperti che terranno interessanti lezioni su Infestanti, più attenzioni e meno squilibri; Aspetti di entomologia sanitaria e monitoraggio delle malattie trasmesse da vettori; Insect farming e sottoprodotti della filiera alimentare e Monitorare insetti per conservare la biodiversità. 

Vi siete mai chiesti come sarebbe un mondo senza insetti? L’entomologo Riccardo Poloni, domenica 18 settembre, alle 9,30, indagherà le cause dell’estinzione di numerose specie nel corso della conferenza Un mondo senza insetti. Sempre domenica, alle 10,30, Enzo Moretto direttore di Esapolis e Butterfly Arc illustrerà al pubblico Le sette meraviglie del mondo degli insetti facendo scoprire ai presenti come il mondo colorato e iridescente degli insetti gioiello  sia oggetto di studio di tecnologie innovative. 

Per quanto riguarda gli incontri con l’autore, sabato, alle ore 15,30, Tommaso Lisa presenta il suo ultimo libro Insetti delle tenebre – Coleotteri troglobi e specie relitte.

Tra i laboratori pensati per i più piccoli da non perdere, nella giornata di sabato (ore 15,30/16,30 – 17/18) Come costruire e lanciare le tue bombe di semi – Diventa anche tu bombarolo per la biodiversità a cura della Fattoria didattica Accanto e Costruiamo ragni, scorpioni e mantidi giganti con grandi esemplari da assemblare (sabato ore 11 e ore 16 – domenica ore 11) a cura dell’Associazione Amici dei Parchi di Monteveglio e dell’Emilia.

L’ingresso è gratuito.