Il notaio Flavia Fiocchi tra i protagonisti del Festival Filosofia

Il Notariato italiano sarà al Festival Filosofia di Modena dal 16 al 18 settembre con tre giornate di incontri gratuiti per i cittadini. Temi, l’autonomia giuridica ed economica delle donne e l’acquisto consapevole di un’abitazione.

0
493
Flavia Fiocchi

Giustizia è conoscenza: questo il titolo della tre giorni di iniziative che vedrà il Notariato protagonista al Festival Filosofia di Modena, dal 16 al 18 settembre.

Tre giornate di appuntamenti gratuiti e aperti a tutti i cittadini, promosse dal Consiglio Nazionale del Notariato insieme al Consiglio Notarile di Modena che si svolgeranno presso il Complesso San Filippo Neri, in via Sant’Orsola 52 – 58.
Una serie di iniziative che intendono sviluppare vari aspetti dell’idea Giustizia, tema dell’edizione 2022 del Festival Filosofia. Giustizia che, per i notai italiani, passa dalla conoscenza e consapevolezza degli strumenti giuridici attraverso i quali i cittadini possono far valere i propri diritti.

Il primo appuntamento, realizzato in collaborazione con Banca d’Italia, riguarda un tema importante come quello della conoscenza, da parte delle donne, degli strumenti economici e giuridici di tutela di sé stesse e della propria autonomia. Troppo spesso si riflette sul tema dell’emancipazione femminile attraverso la lente della violenza fisica, dimenticando, o tendendo a sottovalutare il fatto che la coercizione e il controllo degli uomini nei confronti delle donne vengono spesso esercitati prima o parallelamente a quella fisica, con la violenza di tipo economico o giuridico, attraverso la negazione di alcuni diritti specifici. La violenza economica nei confronti delle donne rappresenta un problema subdolo e poco visibile rispetto alla violenza fisica, ma altrettanto invalidante. Nel 2020, secondo l’Istat, 15.837 donne si sono rivolte ad un centro antiviolenza e il 37,8% lo ha fatto per violenza economica.  Sono diverse le situazioni per cui le donne hanno iniziato un percorso per poter uscire da violenze di vario tipo: violenza psicologica (89,3%), fisica (66,9%), minacce (49%) e violenza sessuale (21,7%).

Secondo una ricerca condotta da Episteme dal titolo Le donne e la gestione famigliare nel 2019, quasi il 40% di donne italiane non possiede un proprio conto corrente, la percentuale arriva a toccare il 100% per chi ha un basso livello di scolarizzazione. I casi di violenza economica – secondo lo sportello Mia Economia di Fondazione Pangea – si verificano a tutti i livelli socio-economici, sono vissuti da donne di ogni classe e livello di reddito e riguardano principalmente la fascia d’età tra i 40 e i 60 anni. 

E che il problema sussista lo confermano anche i dati dell’ufficio per le Parità di genere della Provincia di Modena, che registra un numero di casi in aumento nel 2022 rispetto all’anno precedente: se infatti nel 2021, delle 17 persone che si sono rivolte all’Ufficio per segnalare abusi, 15 erano donne, da gennaio a luglio dell’anno in corso i casi sono stati già 13, a cui si sono aggiunte ulteriori 3 casi solo nel mese di agosto.

L’incontro nasce dunque dalla convinzione che l’ampliamento della conoscenza degli strumenti di tutela da parte delle donne rappresenti un passaggio necessario, senza il quale sarebbe molto difficile realizzare una piena, autentica e soddisfacente autonomia: Donne, Diritto, diritti è il titolo dell’incontro che si svolgerà venerdì 16 settembre, alle 16, e al quale parteciperanno, oltre al Presidente del Consiglio Nazionale del Notariato Giulio Biino, al Consigliere Nazionale del Notariato per l’Emilia-Romagna, Flavia Fiocchi e al Presidente del Consiglio Notarile di Modena Antonio Nicolini, anche rappresentanti della Banca d’Italia, della Provincia di Modena, dell’Azienda Usl di Modena, della Casa delle Donne, dei Comuni di Modena, Carpi e Sassuolo. Nel corso dell’evento, attraverso la presentazione della Guida Conoscere per proteggersi, saranno illustrati gli istituti giuridici che ci si trova ad affrontare nella quotidianità della vita familiare, con attenzione a tre aspetti: i rapporti nella coppia, fare impresa e l’accesso al credito.

Guidare i cittadini alle scelte sulla casa rappresenta invece il tema dei sei incontri che scandiranno le giornate di sabato 17 e domenica 18 settembre. Se la maggioranza degli italiani è proprietaria di una casa, e se la casa rappresenta ancora una tra le massime aspirazioni di chi ancora non ne possiede una, diventa allora centrale compiere scelte oculate e consapevoli, basate sulla conoscenza degli aspetti centrali da tenere in considerazione quando si acquista o si vende un immobile. Per questo il Notariato propone nei restanti due giorni del Festival sei appuntamenti gratuiti realizzati in collaborazione con le Associazioni dei consumatori, durante i quali saranno esaminati e illustrati dai notai modenesi alcuni degli aspetti principali che riguardano il mondo casa: mutuo informato, acquisto certificato (sabato alle 11 e domenica alle 10), acquisto in costruzione, garanzia preliminare (sabato alle 16 e domenica alle 11.30), prezzo – valore, acquisto all’asta (sabato alle ore 17.30 e domenica alle ore 15.30).

Durante gli incontri, ognuno della durata di circa un’ora, verrà dato ampio spazio alle domande dei cittadini agli esperti, e verranno presentate le guide per il cittadino dedicate al tema della casa realizzate dal Notariato.