Parco Santacroce, l’apertura è ora più vicina

Si è positivamente concluso un passaggio fondamentale per l’apertura di Parco Santacroce. Dopo la forestazione eseguita per dotarlo di un patrimonio botanico di circa 10.000 esemplari, la Fondazione CR Carpi ha ottenuto il parere positivo dalla Conferenza dei Servizi del territorio per il rilascio della variante urbanistica.

0
529

Si è positivamente concluso un passaggio fondamentale per l’apertura di Parco Santacroce. Dopo la forestazione eseguita per dotarlo di un patrimonio botanico di circa 10.000 esemplari, la Fondazione CR Carpi ha ottenuto il parere positivo dalla Conferenza dei Servizi del territorio per il rilascio della variante urbanistica. 

L’esito classifica la vasta area naturale quale parco urbano, consentendo alla Fondazione di ricevere dal Comune di Carpi le autorizzazioni necessarie alla prosecuzione dei lavori, per realizzare le opere infrastrutturali e impiantistiche che porteranno all’apertura definitiva del grande polmone verde per il tempo libero, l’attività motoria, la socializzazione e la cultura, che ha ideato alle porte di Carpi. 

A tal fine, per contenere quanto possibile i tempi esecutivi, la Fondazione ha già provveduto, con procedura di selezione durante la primavera, a individuare la ditta a cui verranno appaltati i lavori, e che riguarderanno la recinzione dell’area e le opere di viabilità interna oltre a quelle infrastrutturali (illuminazione, impianti di sicurezza, irrigazione). L’area verrà inoltre dotata di zone tematiche outdoor education, fitness-benessere, picnic, gioco.

 Alla Conferenza dei Servizi hanno partecipato tutti gli enti preposti, che hanno valutato positivamente il progetto presentato dalla Fondazione CR Carpi, confermandone la planimetria generale, come da piano esecutivo elaborato e illustrato in precedenza alla città dalla stessa Fondazione. 

Il tema che ha condizionato la tempistica di conclusione dell’iter autorizzativo ha riguardato l’accessibilità all’area verde, risolto con l’assenso a un parcheggio principale (alberato e concepito con particolare attenzione al verde) su traversa San Giorgio, per quanto riguarda i veicoli; e posizionando l’ingresso pedonale e ciclabile su via Meloni (che verrà opportunamente adeguata) spostando a una fase successiva approfondimenti progettuali in concerto con la Bonifica Centrale per la predisposizione di una ciclo-pedonale diretta lungo il canale Santa Croce.

“Siamo lieti di avere raggiunto la conclusione della Conferenza dei Servizi con esito positivo, questo ci permetterà di dare avvio ai lavori già nel prossimo mese di agosto – ha spiegato il Presidente della Fondazione CR Carpi, Corrado Faglioni – per conseguire rapidamente l’apertura della prima parte della splendida oasi verde che la Fondazione metterà a disposizione del territorio e del benessere dei cittadini”.

“Come Amministrazione ringraziamo la Fondazione CR di Carpi per questo importante intervento – aggiunge l’Assessore all’Urbanistica, Riccardo Righi – confermiamo il nostro pieno supporto all’iniziativa che porterà grandi benefici, tanto in termini ambientali quanto sociali, potenziando il sistema degli spazi verdi pubblici oggi fondamentali per un futuro sostenibile”.