Dalla sede Champion capi e alimenti per i profughi ucraini

Circa 2.200 capi Champion donati dall’azienda e generi alimentari raccolti dai dipendenti, sono stati distribuiti a oltre 140 famiglie di profughi ucraini presenti sul nostro territorio.

0
320

Circa 2.200 capi Champion donati dall’azienda e generi alimentari raccolti dai dipendenti, sono stati distribuiti a oltre 140 famiglie di profughi ucraini presenti sul nostro territorio: un’iniziativa coordinata dall’Unione Terre d’Argine attraverso la collaborazione di Protezione civile, Croce Blu e Associazione Mriya. Dopo la consegna, i delegati delle tre associazioni e l’assessore ai Servizi sociali Tamara Calzolari hanno incontrato nel quartier generale europeo di via dell’Agricoltura alcuni rappresentanti dell’azienda che coordinano le iniziative di solidarietà e volontariato.

“Siamo un gruppo di colleghi – ha spiegato Caterina De Rossi, Vice-presidente Risorse Umane – che ha scelto di aderire al programma di responsabilità sociale d’impresa promosso da HanesBrands, la nostra casa madre negli Stati Uniti: ci chiamiamo People Pillar e ci occupiamo di iniziative orientate alle persone, che siano i nostri collaboratori o le comunità in cui viviamo. Siamo molto orgogliosi di far parte di un gruppo che ha a cuore le persone e promuoviamo iniziative legate all’inclusione, alla diversità, al benessere e alla possibilità per tutti di vivere in un mondo migliore”.

Fra strette di mano e foto di gruppo, commenta a sua volta l’assessore Calzolari, “l’incontro ha suggellato un bell’esempio di solidarietà. I volontari hanno raccontato il progetto, spiegato le modalità con cui hanno fatto arrivare alle famiglie ucraine i beni donati, rendicontato l’attività svolta e ringraziato i collaboratori di Champion per il lavoro di preparazione svolto fuori orario. Una buona esperienza di rete sul territorio che speriamo possa avere sviluppi anche in futuro”.