Un papà e due bambini dispersi su Monte Cimone: a trarli in salvo il Soccorso Alpino

Un papà di 40 anni, residente in provincia di Modena, con il figlio di 10 anni e un suo amichetto di 9, sono arrivati in vetta al Cimone senza difficoltà e si sono intrattenuti a vedere il tramonto; ma questa pausa prolungata gli ha creato difficoltà durante il rientro. Nonostante fossero equipaggiati a dovere con torce frontali hanno smarrito il sentiero a causa del buio.

0
1295

È l’una della notte appena trascorsa quando scatta l’allarme al 118 da parte di un piccolo gruppo di escursionisti che hanno perso l’orientamento mentre rientrava dopo aver fatto un’escursione sul Monte Cimone.

Un papà di 40 anni, residente in provincia di Modena, con il figlio di 10 anni e un suo amichetto di 9 anni, partiti dal parcheggio a Doccia di Fiumalbo, alle 17, sono arrivati in vetta al Cimone senza difficoltà e si sono intrattenuti a vedere il tramonto; ma questa pausa prolungata gli ha creato difficoltà durante il rientro. Nonostante fossero equipaggiati a dovere con torce frontali, durante il rientro hanno smarrito il sentiero a causa del buio. Fortunatamente sul luogo prende la rete telefonica e la prima chiamata giunge al genitore dell’amico del figlio che si incammina alla ricerca del gruppo sul sentiero. Dopo una prima ricerca infruttuosa all’una di questa notte scatta l’allarme al 118. Subito viene attivata la squadra del Soccorso Alpino e Speleologico stazione M.te Cimone, contemporaneamente l’operatore della C/O 118 riesce a individuare il gruppetto con un sms locator. Le coordinate e il numero di telefono vengo passate alla squadra del CNSAS che era già in avvicinamento. Il Caposquadra, riesce a contattare i tre dispersi e dopo averli tranquillizzati gli da l’indicazione di rimanere fermi che la squadra stava arrivando. Il personale CNSAS riesce ad arrivare con il mezzo fuoristrada fino a un punto, poi di lì a piedi fino a raggiungere i dispersi. La ricerca si è conclusa nel migliore dei modi intorno alle 4 del mattino e, date le buone condizioni del trio, non è stato necessario l’intervento dell’ambulanza.