Si apre la stagione dei saldi da sabato 2 luglio

Si apre domani, sabato 2 luglio, in Emilia Romagna la stagione di shopping scontato tra speranze e preoccupazioni.

0
245

“I saldi estivi arrivano dopo il condiviso blocco delle vendite promozionali e sono l’occasione per ridare ossigeno ad un comparto che ha vissuto una fase di grande sofferenza e che si trova a dover arginare quotidianamente le tante forme di concorrenza sleale”. Marco Cremonini, presidente della Federazione Moda Italia dell’Emilia-Romagna, inquadra così la stagione di shopping scontato che sabato si apre in Emilia-Romagna tra speranze e preoccupazioni. Dureranno fino al 31 agosto. Quest’anno appunto, osserva Confcommercio, le previsioni oscillano tra le aspettative positive legate al ritorno della piena libertà nella circolazione oltre che del turismo nazionale ed internazionale sulle coste e nelle città d’arte e le preoccupazioni sulla situazione economica generale con la crisi dei prezzi energetici e il peso dell’inflazione. “I saldi estivi- commenta Cremonini- rappresentano una vera opportunità per le famiglie di acquistare a prezzi convenienti.
Il settore del tessile, abbigliamento, calzature ed accessori ha, infatti, finora resistito all’incremento dei prezzi a fronte dell’importante crescita dei costi fissi aziendali per affitti, energia, carburanti, prodotti e servizi”. Secondo le stime dell’Ufficio studi di Confcommercio, per l’acquisto di capi scontati ogni famiglia spenderà in media 202 euro -88 euro pro capite- per un valore complessivo di 3,1 miliardi di euro. “I consumatori- aggiunge Cremonini- potranno, dunque, acquistare nei negozi di prossimità, che garantiscono da sempre un servizio di qualità basato sulla fiducia e sulla relazione con il cliente contribuendo, così, al sostegno dei nostri centri urbani ed alimentando l’economia delle nostre città”.