Siccità, se perdura questa situazione non ci saranno più le condizioni per derivare acqua da Po

L’appello del presidente della Bonifica Burana, Francesco Vincenzi: “si chiede la massima collaborazione a tutti affinché si faccia un uso oculatissimo della scarsa risorsa idrica a disposizione”.

0
899
Foto realizzata con drone sul fiume Po a Stellata di Bondeno la settimana scorsa

Il Consorzio della Bonifica Burana esprime grande preoccupazione per la situazione climatica attuale e informa che sebbene siano ad oggi state attuate tutte le manovre e le operazioni idrauliche possibili per arginare le criticità dovute alla grave siccità, se perdura questa situazione non ci saranno più le condizioni per derivare acqua da Po.

Foto scattata ieri a Quingentole nel mantovano che mostra la situazione delle pompe idrovore di derivazione a Po dell’impianto Sabbioncello che serve acqua

Per la situazione che va prospettandosi e sebbene il Consorzio della Bonifica Burana da anni lavori per migliorare i sistemi di prelievo di acqua dai fiumi anche a basse quote, in considerazione del previsto rialzo delle temperature e del picco di caldo atteso nel fine settimana – in un periodo già caratterizzato da afa e da temperature mediamente più elevate del passato (+4° rispetto alla media climatica 1991-2019 a Modena) “si chiede la massima collaborazione a tutti affinché si faccia un uso oculatissimo della scarsa risorsa idrica a disposizione”, invita il presidente Francesco Vincenzi.