I segreti dell’ordine esteriore e interiore con Koko La Minimalistica

Alexsandra De Marco, carpigiana classe '77, è diventata nota a molte persone come Koko La Minimalistica, ovvero una consulente dell'organizzazione e dell'ordine degli spazi fisici e mentali per le esigenze familiari e lavorative. “Aiuto a riconoscere ed evitare 'i ladri di tempo' e a costruire una routine che permette di risparmiare tempo per dedicarlo a ciò che più ci piace”.

0
1087

Si definisce una consulente dell’organizzazione a 360°, efficiente ed empatica, che aiuta a trovare le soluzioni migliori per ogni esigenza lavorativa e familiare. 

E’ Alexsandra De Marco, carpigiana classe ’77, in arte Koko La Minimalistica, e la sua missione professionale è aiutare le persone a organizzare meglio la propria giornata e la propria vita grazie a piccole strategie personalizzate.

“Sono un’organizzatore domestico e professionale, ovvero mi occupo di consulenza nel riordino della casa, anche in caso di traslochi e di trasformazione degli spazi, ma  non solo: il mio compito è anche quello di trovare delle soluzioni che consentano di ottimizzare la pianificazione della propria giornata, che aiutino a non procrastinare senza dimenticare nulla per portare a termine tutto. Inoltre, aiuto i titolari di attività a ottenere la migliore efficienza possibile nella gestione dei pagamenti e delle scadenze”.

Come organizzatore domestico quali sono le richieste che ricevi più frequentemente?

“A livello di casa insegno come ottimizzare gli spazi e riordinare in poco tempo inserendo delle routine giornaliere, mensili e annuali che evitino accumuli e rendano più vivibili gli ambienti. Faccio consulenze personalizzate in base agli obiettivi delle persone, cercando di trovare la soluzione più adatta per ogni necessità. Alle famiglie con bambini mostro come abituare i bambini a riordinare la propria camera e i propri spazi tramite tecniche ispirate al gioco. Entrando nello specifico di solito le persone mi chiedono sempre di riordinare l’armadio e ottimizzarlo. Qui ci sono varie tecniche di piegatura e sistemazione che consentono di ridurre il volume degli indumenti e degli accessori. Altre richieste riguardano l’organizzazione della dispensa della cucina e dei cassetti e armadietti del bagno”.

Da come ti definisci, ovvero La Minimalistica, dobbiamo pensare che guidi le persone a eliminare il superfluo?

“La mia filosofia di vita è orientata al minimalismo, ovvero alla ricerca consapevole di ciò che porta gioia e alla eliminazione, o quanto meno riduzione, di tutto il resto. Tuttavia non obbligo le persone a rinunciare a nulla, ma cerco di indirizzarle a capire ciò di cui veramente hanno bisogno per stare bene. Inoltre aiuto le persone a riconoscere i ‘ladri di tempo’, ovvero quei fattori che rallentano il lavoro e le altre attività, che ci rubano tempo prezioso. Infine, un’altra sezione è dedicata all’eco-sostenibilità, ovvero all’utilizzo di abitudini e prodotti per l’ordine e la pulizia che riducano gli sprechi e l’inquinamento. Tutto questo sempre in base alle esigenze e ai desideri del cliente.  Cerco sempre di entrare in empatia con chi ho di fronte per cercare di andargli il più possibile incontro. Ci sono dei momenti in cui ci accorgiamo che il punto di vista esterno di un’altra persona può aiutarci a migliorare i nostri spazi e la nostra routine e ciò può aiutare a vivere meglio”.

Chiara Sorrentino