Emergenza Ucraina, a breve al via una raccolta di beni di prima necessità

Il Comune di Carpi - ha spiegato ieri il sindaco Alberto Bellelli nel corso di una diretta Facebook - sta lavorando e coordinando, unitamente a Caritas diocesana e Croce Rossa, una campagna di raccolta di beni di prima necessità destinati alla popolazione ucraina.

0
662

“Il Comune di Carpi – ha spiegato ieri il sindaco Alberto Bellelli nel corso di una diretta Facebook –  sta lavorando e coordinando, unitamente a Caritas diocesana e Croce Rossa, una campagna di raccolta di beni di prima necessità destinati alla popolazione ucraina. Abbiamo già individuato un magazzino dove stoccare il materiale ma vi chiediamo ancora di attendere qualche giorno e di non perdere lo spirito solidaristico che vi caratterizza”.

I tempi sono legati, ha proseguito il sindaco, alla “necessità di costruire percorsi sicuri. Corridoi umanitari che Croce Rossa e Caritas stanno definendo verosimilmente a Leopoli affinchè quanto raccolto venga consegnato in mani sicure. A partire da giovedì dovremmo essere in grado di darvi informazioni più precise relativamente ai punti di raccolta che verranno istituti in città e a cosa serve, a partire dai più comuni presidi di tipico medico-farmaceutico, dall’antinfiammatorio al cotone idrofilo, alle coperte perchè, lo ricordiamo, in questo difficile momento, in Ucraina c’è anche molto freddo”.

J.B.