La lezione magistrale di Pier Paolo Portinaro alla Loria

Il docente di Filosofia politica all’Università di Torino sarà protagonista della seconda edizione de La lezione di Fossoli, il 2 dicembre, alle 11, in Auditorium Loria.

0
267
Pier Paolo Portinaro

Che rapporto hanno le società umane con il passato?  Come si è storicamente scelto di affrontare temi enormi come quello della giustizia, della verità, o della rimozione degli episodi traumatici?  Quando si è scelto di ricordare, e quando di dimenticare? Con che intenti, e con quali conseguenze? 

Quale è, in definitiva, il complesso intrecciarsi di questi elementi rispetto all’esigenza di ‘fare i conti con il passato’, al verificarsi delle transizioni storiche?

Saranno queste le domande che rappresenteranno il filo conduttore della seconda edizione de La lezione di Fossoli, la cui seconda edizione, giovedì 2 dicembre, alle 11, presso l’Auditorium Loria di Carpi, sarà animata dalle riflessioni di Pier Paolo Portinaro, studioso e docente di Filosofia politica all’Università di Torino.

Prendendo le mosse dal mondo classico, in particolare dall’antichità greca, con Eschilo che, nell’Eumenidi, dà conto dell’istituzione dell’istanza giudiziaria (l’Areopago) con il compito di porre fine alla catena di vendette, e con Aristotele che, nella Costituzione degli Ateniesi, rende noto che al termine della guerra nel Peloponneso si stabilì che “non fosse lecito a nessuno vendicarsi di alcuna delle offese passate”, fino alle Commissioni giustizia e verità del Sudafrica post apartheid, passando per il rapporto con il proprio passato recente della Germania del dopoguerra e analizzando i casi dei Paesi dell’Europa dell’est, la lectio di Portinaro, dal titolo Giustizia, verità e rimozione nelle transizioni storiche. Le lezioni del XX secolo e le prospettive nel XXI, si snoderà attraverso i secoli e le vicende storiche per analizzare come le collettività umane assimilano, rappresentano e tramandano gli avvenimenti del passato: con quali presupposti, attraverso quali forme e con quali scopi. Per comprendere, una volta di più, come le ‘mappe del tempo’ restituiscano un percorso intricato, sempre mutevole e ricco di complessità.

La partecipazione è gratuita fino a esaurimento posti,  a iscrizione obbligatoria inviando una e-mail all’indirizzo info@fondazionefossoli.it . Accesso esclusivamente con green pass.

La lezione sarà trasmessa anche online, attraverso la piattaforma GoToWebinar (link per iscriversi: https://register.gotowebinar.com/register/9144214215571520782): al termine dell’iscrizione si riceverà una e-mail di conferma con le informazioni per partecipare.