Carpi c’è cambia pelle e si trasforma in associazione

E’ prossima la formalizzazione della costituzione in associazione di Carpi c’è. Il passaggio è stato votato pressoché all’unanimità dagli esercenti e ora è partito l’iter burocratico che sancirà formalmente tale trasformazione.

0
694

Il comitato Carpi c’è, che attualmente raccoglie 215 commercianti, ha deciso di evolversi: è infatti prossima la formalizzazione della sua costituzione in associazione. Il passaggio è stato votato pressoché all’unanimità dagli esercenti e ora è partito l’iter burocratico che sancirà formalmente tale trasformazione.

Carpi c’è cambia pelle essenzialmente per due motivi: potersi confrontare in modo diretto e avviare un dialogo più snello con l’Amministrazione Comunale, in un’ottica di sinergia e maggiore reciprocità e, al contempo, poter chiedere la sponsorizzazione e il sostegno da parte di enti e privati per poter avere così più risorse da investire e mettere a punto eventi tesi alla promozione del centro storico e non solo. 

Il nome della nascente associazione dovrebbe continuare a essere Carpi c’è ma il sodalizio si rinnoverà in toto, dal direttivo alla presidenza, e l’auspicio è che questa realtà possa allargarsi ulteriormente. Intanto, in vista del Natale, Carpi c’è ha l’intenzione di riportare in centro storico il tradizionale trenino. Nulla di nuovo ma di certo farà la gioia dei più piccini.

Jessica Bianchi