Via San Giacomo, distanziate i blocchi di cemento per consentire ai ciclisti di passare!

I blocchi sono troppo ravvicinati e le due ruote non ci passano, creando evidenti disagi a tutti coloro che scelgono la bicicletta per spostarsi in città.

0
1082

Via San Giacomo è stata chiusa al traffico veicolare nell’intersezione con via dell’Industria, attraverso la posa di grossi blocchi di cemento: si entra e si esce solo dalla Tangenziale Bruno Losi. Il posizionamento dei new jersey, aveva commentato l’assessore alla Mobilità, Marco Truzzi, “garantirà comunque il passaggio di ciclisti e pedoni”, ma così non è. I blocchi sono troppo ravvicinati e le due ruote non ci passano, creando evidenti disagi a tutti coloro che scelgono la bicicletta per spostarsi in città. La chiusura della strada infatti non solo complica loro la vita, allungando tratte e tempistiche, ma ne mette in pericolo la stessa incolumità, obbligandoli a percorrere tratti pericolosi – vedi alla voce via dell’Industria – per raggiungere le parallele via Nuova Ponente e via Guastalla sulle quali inevitabilmente nelle ore di punta si riverserà ancor più traffico ora che gli automobilisti non possono più usare via San Giacomo come scorciatoia per tagliare i tempi. Insomma, i New Jersey devono essere maggiormente distanziati e sfalsati per consentire ai ciclisti di transitare, garantendo loro la sicurezza che meritano.

Jessica Bianchi