Pubblicizzano la cannabis light davanti a una scuola media

Ieri mattina un’azienda che commercia cannabis light ha fatto volantinaggio davanti a una scuola media di Carpi per promuovere i propri prodotti. Un fatto gravissimo soprattutto in considerazione del fatto che gli studenti sono ancora minorenni. Numerosi i genitori che hanno manifestato la propria preoccupazione per quanto accaduto.

0
1500

Ieri mattina un’azienda che commercia cannabis light ha fatto volantinaggio davanti a una scuola media di Carpi per promuovere i propri prodotti. Un fatto gravissimo soprattutto in considerazione del fatto che gli studenti sono ancora minorenni. Numerosi i genitori che hanno manifestato la propria preoccupazione per quanto accaduto.

“Se questi sono i risultati, se la droga circola libera e indisturbata tra i ragazzini perché il PD ha bocciato la nostra mozione che chiedeva la dotazione di un cane anti droga per la Polizia municipale? Servono risposte più chiare e più incisive e soprattutto inequivocabili, che non lasciano spazio a dubbi e indecisioni. Ci chiediamo se l’Amministrazione sia a conoscenza del problema” a dirlo è Annalisa Arletti, capogruppo in consiglio comunale di Fratelli d’Italia Carpi. 

Sul tema è intervenuto anche Lorenzo Rizzo, presidente provinciale di Gioventù Nazionale, organizzazione giovanile del partito di Giorgia Meloni: “Da sempre non crediamo esistano droghe leggere o pesanti ma solo e semplicemente droghe, viatici di morte. La cannabis light è ancora più della marijuana l’introduzione al mondo delle droghe. Siamo da sempre contrari alla legalizzazione degli stupefacenti ma che questo avvenga dinnanzi agli istituti, oltretutto a ridosso non solo di superiori – dove la maggior parte degli studenti è ancora minorenne – ma anche di scuole medie, ci lascia esterrefatti”.

Il fattaccio non è passato inosservato alle Forze dell’Ordine.