Parola d’ordine: tutelare la biodiversità

Il 18 e 19 settembre torna alla Polisportiva Saliceta San Giuliano, a Modena, Entomodena, la mostra internazionale di Entomologia e invertebrati.

0
245

Il 18 e 19 settembre torna alla Polisportiva Saliceta San Giuliano, a Modena, Entomodena, la mostra internazionale di Entomologia e invertebrati, ricchissima di partecipanti da tutta Europa e appuntamenti a tema. Un’edizione, la 54esima, dedicata soprattutto all’entomologia e all’ecologia urbana; in programma una serie di eventi per mostrare diversi aspetti della conservazione degli insetti, oggi fortemente minacciati, e del loro habitat. Sabato 18 settembre, alle 10, all’interno della tensostruttura, si terrà la tavola rotonda dal tema: Il verde urbano. Non basta l’urbanistica: cultura e conoscenza ambientale per la biodiversità. Moderata da Mauro Ferri, veterinario e naturalista, membro del consiglio direttivo del Gruppo modenese Scienze Naturali, ente organizzatore di EntoModena, parteciperanno vari relatori: Lucio Saltini, presidente Gruppo Modenese Scienze Naturali parlerà di La biodiversità in ambiente urbano: l’esperienza del Parco della Resistenza; Matteo Dal Zotto, del Dipartimento di Scienze della Vita di Unimore farà un intervento su Conservare la biodiversità animale urbana: una sfida impossibile?; Andrea Zivieri, capo scout MO6 intratterrà il pubblico su Giardino segreto nella base scout La Buca mentre Emanuela Luppi del Comitato Boschi a Modena parlerà del Bosco di via Lazio, una importante risorsa per la città. Infine, Francesco Minelli esporrà l’esperienza della Fattoria Accanto e di come L’agroecologia sviluppa la biodiversità urbana, mentre Giovanni Miglione, studente di Unimore e rappresentante UDU in Senato Accademico chiuderà la tavola rotonda con un intervento dal tema Valorizzazione di un’area verde di risulta. “Alla tavola rotonda – commenta Mauro Malmusi, vicepresidente del Gruppo modenese Scienze Naturali – abbiamo invitato rappresentanti della Giunta del Comune di Modena poiché il nostro obiettivo principale è quello di sensibilizzarli, sottolineando la valenza ecologica del verde cittadino. La dotazione di verde urbano costituisce infatti un prezioso elemento di biodiversità e in quanto tale dev’essere maggiormente tutelata per salvaguardare così la flora e la fauna presenti. Le campagne sono ormai inondate di pesticidi, molte specie trovano rifugio in città e pertanto meritano un’attenzione particolare”.

Insect farming: bestiame a sei zampe per un futuro sostenibile, si terrà invece sabato, alle 16, sotto la tensostrutura: a illustrare il progetto di economia circolare, targato Unimore per trasformare le larve mosche soldato in mangime, sarà la dottoressa Lara Maistrello del Dipartimento di Scienze della Vita dell’ateneo modenese. Molto atteso anche l’incontro all’aperto previsto sempre sabato, alle 16, dal tema Ecosistema albero – Alla scoperta dell’arboricoltura moderna: dimostrazione pratica di Tree Climbing  e conversazione con gli arboricoltori Marcello Morselli e Stefano Pini. Previsti anche la tradizionale mostra mercato e numerosi laboratori per i più piccoli.

INGRESSO – L’ingresso sarà gratuito e limitato ai possessori di green pass. Obbligatorio l’uso della mascherina negli ambienti chiusi.