Là dove c’era il Cinema Capitol ci sarà Nonno Pep!

Il locale, di circa 200 metri quadri, sorgerà sulle ceneri del vecchio foyer e di un pezzo dell’ex sala cinematografica. “Questo è uno spazio storico, amatissimo dai carpigiani, a cui mi voglio avvicinare con grande rispetto. Il mio desiderio - spiega Marco Di Nardo - è quello di preservarne il più possibile l’atmosfera, creando un luogo capace di coniugare il piacere della buona tavola alla cultura”.

0
2896
Marco e Lorenza

Là dove c’era il Cinema Capitol ora ci saranno parcheggi, garage e… Nonno Pep! Il locale si sposta infatti di qualche metro, andando ad occupare il vecchio ingresso del cinema, affacciato su Corso Cabassi. Nuova location insomma per il titolare del pub, Marco Di Nardo, e tante novità in arrivo: “questo è uno spazio storico, amatissimo dai carpigiani, a cui mi voglio avvicinare con grande rispetto. Il mio desiderio è quello di preservarne il più possibile l’atmosfera, creando un luogo capace di coniugare il piacere della buona tavola alla cultura”. 

Il locale, di circa 200 metri quadri, sorgerà sulle ceneri del vecchio foyer e di un pezzo dell’ex sala cinematografica: “accanto al mio primo amore, ovvero la birra artigianale, affiancherò poi dei vini naturali, mentre in tavola, grazie a chef Lorenza, ovvero mia moglie a cui spetterà il compito di dirigere i lavori in cucina, verranno serviti piatti regionali tipici. Cercheremo di riscoprire le nostre radici e le nostre tradizioni culinarie, utilizzando materie prime di qualità”. Insomma la parola d’ordine sarà ricerca, per riportare in auge i piatti semplici e gustosi che fanno grande la cucina regionale italiana. Tra queste storiche mura poi, la cultura tornerà a fiorire: “vogliamo dar spazio a musica, mostre, improvvisazione teatrale, piccole rassegne cinematografiche, letture di libri e poesie… insomma l’idea è quella di creare un contenitore eclettico, dove assaporare eventi culturali a 360 gradi”, prosegue Marco Di Nardo. 

Una sfida importante soprattutto in questo momento tanto complesso ma, sorride Marco, “io credo in Corso Cabassi. Questo luogo si sta trasformando in un bellissimo salotto e quando i cantieri saranno terminati, per chi proviene dalla stazione entrare in centro da questa porta d’accesso sarà un vero piacere. Davvero un bel biglietto da visita per la nostra città”. Il nuovo Nonno Pep avrà a disposizione ben quattro vetrine, due delle quali, quelle centrali, saranno apribili per consentire ai commensali di essere parzialmente all’aperto: “in questo modo potremo garantire maggiore sicurezza e rispettare le norme precauzionali anti contagio”. Un’avventura, questa, che dovrebbe decollare a partire dai primi mesi del prossimo anno. In bocca al lupo!

Jessica Bianchi