L’Athletic Carpi 2021 e Lazzaretti pronti alla sfida della Serie D

La squadra, salvo sorprese, si ritroverà mercoledì 25 agosto allo Stadio Cabassi per riprendere gli allenamenti in vista della prossima stagione.

0
2684
Claudio Lazzaretti

Mai nella storia recente un imprenditore aveva mostrato tanto ardore e interesse per il Carpi. Claudio Lazzaretti, al termine di una settimana contraddistinta da decine impegni e incontri, ce l’ha fatta: è il nuovo numero uno del Carpi Calcio. Superato lo “scoglio” del bando indetto dal sindaco Alberto Bellelli, mister Texcart si è mosso con solerzia per chiudere, non senza togliersi qualche sassolino dalla scarpa, la sua parentesi alla Correggese (ormai definita la cessione al Patron del Campagnola Marani) e potersi finalmente concentrare solamente sul suo nuovo Carpi. 

L’INZIO DI UN NUOVO CAMMINO – Non potendo mantenere la dicitura Carpi Fc 1909 (marchio ancora in mano al presidente Matteo Mantovani ed alla Srl a esso collegata in via di chiusura), Lazzaretti dopo aver incassato il “no” per poter utilizzare le nomenclature A.c. Carpi e Carpi Calcio, ha scelto per la sua creatura la sigla Athletic Carpi. Una situazione a ogni modo temporanea che potrà essere ridiscussa fra qualche mese in vista della stagione 2022-2023. Dopo aver incassato l’ok da parte della Figc, su indicazione del sindaco Alberto Bellelli, il Carpi attende ora la composizione del proprio girone per poter iniziare ad apporre le bandierine sulla cartina del nord Italia.  

LO SFORZO PER SALVAGUARDARE L’IDENTITA’ – L’imprenditore carpigiano non ha voluto badare a spese pur di poter avviare nel segno della piena identità, la sua nuova avventura da patron del Carpi. Per iscrivere il nuovo soggetto alla Serie D infatti, l’imprenditore cittadino ha dovuto sborsare i 300,000 euro necessari per regolamento. Uno sforzo ingente che testimonia non solo l’entusiasmo del nuovo numero uno biancorosso ma anche la ferma volontà di far ripartire il progetto con caratteristiche ben precise. Una scelta coraggiosa che non ha lasciato indifferente un folto nuvolo di imprenditori carpigiani da sempre legati alle sorti della squadra calcistica cittadina. 

IL MERCATO – La squadra, salvo sorprese, si ritroverà mercoledì 25 agosto (data della proclamazione dei calendari della Serie D 2021-2022) allo Stadio Cabassi per riprendere gli allenamenti in vista della prossima stagione. Il primo colpo di mercato del Ds Giorgio Marinucci sarà nel reparto avanzato: ormai prossimo l’annuncio dell’arrivo dell’attaccante ex Fermana, classe ’96, Simone Raffini.

LA SERIE D – L’inizio del campionato di Serie D è previsto per il prossimo 19 settembre. Una data attesa dai tifosi biancorossi che, dopo aver esorcizzato l’ipotesi della scomparsa del calcio in città, ora sperano che una mano arrivi dalle notizie inerenti al contingentamento degli impianti in merito alle norme legate alla diffusione del contagio da Covid-19. Mentre la politica lavora per un’apertura al 100% (per i soli possessori di Green Pass), si attende di poter capire che sarà confermato, come pare, l’inserimento nel Girone D: quello ricco di compagini emiliano-romagnole e toscane. Un raggruppamento tosto ma al contempo molto suggestivo. 

Enrico Bonzanini