Rapina al Parco delle Rimembranze: giovane ferito con una bottiglia di vetro e un coltello per pochi spiccioli

Il responsabile del ferimento, un tunisino 30enne, pregiudicato e senza fissa dimora, è stato arrestato con l’accusa di rapina aggravata e lesioni personali gravi e al momento è in carcere.

0
2668

Lo hanno avvicinato, colpito alla testa con una bottiglia di vetro e ferito al fianco sinistro con un coltello, per riuscire a impossessarsi del suo telefono e dei contanti, circa 100 euro, che aveva in tasca, per poi darsi alla fuga. 

La rapina è avvenuta domenica scorsa, al Parco delle Rimembranze di Carpi, intorno alle 22. A essere aggredito con violenza da tre sconosciuti, un giovane di nazionalità marocchina residente in città. Le richieste di aiuto della vittima hanno attirato l’attenzione dei passanti, i quali hanno avvertito i sanitari del 118 e i Carabinieri di Carpi. Prima di essere portato in ospedale, l’uomo ha descritto l’aggressione ai militari, i quali nonostante la descrizione sommaria dei tre sono riusciti qualche ora più tardi ad acciuffarne uno. Il responsabile del ferimento, un tunisino 30enne, pregiudicato e senza fissa dimora, 

è stato arrestato con l’accusa di rapina aggravata e lesioni personali gravi e al momento è in carcere.