Studio RPR di Carpi presenta Fulminea: la prima hypercar prodotta nella Motor Valley Italiana

Sarà svelata giovedì 1° luglio alle ore 17,30, dallo studio di sviluppo business e comunicazione StudioRPR di Carpi, Fulminea: la prima hypercar elettrica italiana prodotta da Automobili Estrema. La presentazione del modello unico di stile, velocità, potenza e mobilità sostenibile avrà luogo presso Automobili Estrema in via Olanda, 13 a Modena, in occasione della visita del Club degli Investitori di Torino.

0
4003

L’ultima sfida della Motor Valley emiliana, capace di sfornare sogni che tutto il mondo ci invidia, è una hypercar da 2.040 cavalli a emissioni zero.

Si chiama “Fulminea” e sarà svelata al pubblico giovedì 1° luglio dalle ore 17,30 alle ore 18,30 presso la sede dell’azienda produttrice Automobili Estrema, la società fondata nel 2020 dall’imprenditore Gianfranco Pizzuto.

Grintosa, affusolata, di un’eleganza muscolare, “Fulminea” sarà presentata da StudioRPR di via Nova, 15 a Carpi che ha curato tutte le fasi di comunicazione e diffusione del progetto, e che coordina il set up della sede modenese.

La mobilità elettrica- ha commentato Raffaello Porro, titolare di StudioRPR- è la sfida contemporanea per eccellenza, e per noi di StudioRPR è motivo di orgoglio far parte del team che sta dando vita a un progetto così innovativo.

Affianchiamo il fondatore Gianfranco Pizzuto nella comunicazione, supportiamo il business e gestiamo le operazioni nella neonata sede di Modena. Per StudioRPR è un bel banco di prova che mette in gioco tutte le nostre competenze manageriali e professionali”

La vernice a tre strati color azzurro Savoia evidenzia la pulizia delle forme e l’innovativo sistema di luci a Led-laser mascherate da una copertura trasparente: le anteriori prendono la forma del fulmine, le posteriori esaltano la coda ‘a pinna di squalo’. Porte a farfalla per un accesso più agevole e telecamere al posto dei retrovisori.

Si tratta della prima automobile “Estrema” full-electric prodotta in Italia, nonché della prima auto al mondo a utilizzare un pacco batteria ibrido che si serve di celle agli ioni di litio allo stato solido prodotte dalla società belga Abee (Avesta Battery Energy Engineering) e di super condensatori.

Il sistema di accumulatori – che lavora come un Kers di F1 – è realizzato in collaborazione con lo specialista turco Imecar Elektronik e con un’altra eccellenza nella mobilità elettrica come Electra Vehicles di Fabrizio Martini.

La start-up modenese dunque non è sola in questa impresa, circondata da partner esperti e qualificati anche del distretto torinese, come Tetra Torino, Epta Design, Est Mobile e Ucif Modelli e della Motor Valley, come BiEffe Engineering che hanno contribuito a realizzare il sogno.Fulminea ha un’autonomia di 520 chilometri, con batterie del peso di 300 chili, meno della metà di quelle tradizionali per garantire la stessa potenza, e arriverà sul mercato nel corso della seconda metà del 2023 con una produzione di partenza di 60 vetture per un prezzo di circa 2 milioni di euro.

Un capolavoro di bellezza tecnologica per pochi fortunatissimi.

Chiara Sorrentino