Le aziende scommettono su Moda Makers Digital

Il 19 maggio al via l’edizione digitale della manifestazione che si rivolge ai buyers di tutto il mondo, e che passa da 36 a 40 imprese partecipanti.

0
476

Cresce il numero di aziende partecipanti all’edizione di maggio di Moda Makers Digital: un dato tutt’altro che scontato, tenendo conto della difficile situazione in cui versa il settore moda. Sono 40 – rispetto alle 36 del novembre scorso – le imprese che hanno confermato la propria adesione alla manifestazione promossa da Carpi Fashion System e organizzata dal Consorzio Expo Modena, e che inaugura mercoledì 19 maggio.

Le aziende – di cui 23 dal territorio dell’Emilia-Romagna e 17 da fuori regione, per un fatturato complessivo di oltre 38,5 milioni di euro e 269 dipendenti, un numero di capi prodotti annualmente che supera il milione e ottocentomila e una presenza sul mercato estero che rappresenta il 44% del volume d’affari complessivo – esporranno, nella piattaforma online appositamente creata, le proprie collezioni per la Primavera/Estate 2022.

Uno strumento che consente di restare in contatto con clienti storici e farsi conoscere da potenziali nuovi acquirenti, ovviando alla grande difficoltà degli spostamenti che continua a essere determinata dal perdurare dell’emergenza sanitaria. 

Migliaia di proposte moda di confezione, maglieria, tagliato, camiceria e capispalla che saranno dunque consultabili dai buyers di tutto il mondo, che potranno visionarle sul sito internet, per poi avviare, privatamente, trattative con le aziende. Moda Makers Digital è infatti, come anche la versione fisica, una manifestazione dedicata esclusivamente a compratori all’ingrosso e al dettaglio, ovvero grossisti diffusioni moda, agenti di commercio, negozi o catene di negozi specializzati.

“Le aziende – spiegano i promotori della manifestazione – credono in Moda Makers e il loro numero aumenta. Tutti gli attori impegnati nell’organizzazione di questo appuntamento hanno continuato, sin dall’esplodere della pandemia, a sostenere il Distretto e le aziende produttrici, perché la manifattura è un elemento irrinunciabile del nostro territorio, sia dal punto di vista della qualità dei saperi acquisiti, che rende Carpi un’eccellenza italiana e nel mondo, sia da quello economico e occupazionale. Moda Makers Digital rappresenta una vetrina irrinunciabile, in un momento in cui gli spostamenti e gli incontri di persona con i compratori esteri sono pressoché impossibili, tanto più per le piccole e medie imprese, che mettendosi in rete si pubblicizzano nei mercati internazionali del business della moda, potendo così aumentare la propria visibilità sui mercati. Ciò detto, sarebbe irresponsabile nascondere le grandi difficoltà in cui versa tutto il comparto moda, una filiera strategica per il territorio e il Paese nel suo complesso, e che necessità di aiuti concreti, da parte sia della Regione che del Governo. Parliamo di aziende che forniscono un contributo importante ai territori sui quali operano, e che non possono essere lasciate sole in un momento così complesso”.