Il Covid dà tregua agli ospedali e l’attività chirurgica programmata riparte

Oggi, 30 aprile, tra Policlinico e Ospedale di Baggiovara, sono ricoverati 136 pazienti, di cui 90 in degenza ordinaria e 46 tra Terapia Intensiva e Semi Intensiva. Numeri che hanno consentito una rimodulazione dell’attività ospedaliera e, in modo particolare, dell’attività chirurgica, passata dal 52% all’80% di operatività nel mese di aprile.

0
226

E’ in calo il numero di pazienti Covid positivi ricoverati in regime di degenza ordinaria presso gli ospedali dell’Azienda Ospedaliero Universitaria di Modena, ovvero Policlinico e Baggiovara mentre è più lenta la discesa dei ricoverati in area critica. Oggi, 30 aprile, sono ricoverati 136 pazienti, di cui 90 in degenza ordinaria e 46 tra Terapia Intensiva e Semi Intensiva. 

Numeri che hanno consentito una rimodulazione dell’attività ospedaliera e, in modo particolare, dell’attività chirurgica, passata dal 52% all’80% di operatività nel mese di aprile. Una ripartenza a doppia cifra resa possibile dall’andamento epidemiologico e la conseguente riduzione della pressione sulle strutture ospedaliere dell’Azienda.

“Da lunedì prossimo – spiega il Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Modena, Claudio Vagnini rientrerà integralmente al Policlinico anche la Senologia che nei mesi scorsi, insieme all’Urologia e alla Ginecologia, si è appoggiata all’Ospedale di Sassuolo. Al momento le nostre esigenze saranno quelle di recuperare appieno l’attività chirurgica al Policlinico e potenziare quella dell’Ospedale di Baggiovara”

L’obiettivo? “Recuperare gradualmente l’attività programmata procrastinabile e di prendere progressivamente in carico anche pazienti con patologie a minore priorità, continuando al contempo a gestire puntualmente la patologia oncologica e in Classe A”, aggiunge Luca Sircana, Direttore Sanitario dell’AOU di Modena. “Va comunque tenuto sempre in considerazione l’andamento della pandemia, poiché la completa realizzazione di tutte le attività descritte potrà essere raggiunta solo a fronte del mantenimento di una diminuzione delle necessità di ricovero di pazienti Covid positivi”.