“I mezzi ci sono, ma alla scuola chiediamo flessibilità di orario”

Scuola e trasporti. L'Emilia-Romagna si prepara per garantire i mezzi necessari, affinché il trasporto pubblico locale della regione sia in grado di soddisfare, a partire dalla prossima settimana, la richiesta conseguente al ritorno in presenza al 100% anche per gli studenti delle scuole superiori.

0
277

Scuola e trasporti. L’Emilia-Romagna si prepara per garantire i mezzi necessari, affinché il trasporto pubblico locale della regione sia in grado di soddisfare, a partire dalla prossima settimana, la richiesta conseguente al ritorno in presenza al 100% anche per gli studenti delle scuole superiori. Questa mattina si è svolto un primo tavolo con le aziende, ne seguirà un secondo nelle prossime ore con i Prefetti di tutte le province della Regione. Fondamentale, soprattutto nel caso rimanga il limite del 50% di capienza sui mezzi, la collaborazione da parte del mondo della scuola, come suggerito dall’assessore regionale ai Trasporti, Andrea Corsini.

“Il sistema dei trasporti farà la sua parte – ha assicurato Corsini – come peraltro ha già fatto mettendo a disposizione  530 mezzi aggiuntivi, ma oggi più che mai è necessaria la collaborazione del mondo della scuola. Laddove i limiti di capienza imposti non ci consentiranno di portare tutti i ragazzi è fondamentale che la scuola renda gli orari maggiormente flessibili. Noi lunedì saremo pronti: il nostro sistema di trasporto pubblico garantirà la massima sicurezza dei nostri studenti e stiamo cercando di capire se sul mercato sia possibile reperire ulteriori mezzi, cosa non facile dal momento che abbiamo dato fondo a tutte le risorse… in considerazione del fatto che gli autobus non si comprano al supermercato, confidiamo, lo ribadisco, nell’aiuto con la scuola”.